Pro 14: Treviso lotta ma cede nel finale

Si è conclusa a Swansea la partita valevole per la quarta giornata della Celtic League di rugby.

Lotta Treviso, sta in scia agli Ospreys per oltre un’ora, ma alla fine non trova l’acuro per riaprire i giochi e deve cedere. Non nasta la meta di Steyn nella ripresa, con i gallesi che marcano con Dan Evans (33′), Justin Tipuric (44′) e Sam Davies per il 27-10 finale.

Al Liberty Stadium comincia con i padroni di casa subito in avanti nel tentativo di fare punti, i Leoni non sono da meno ed al 3’ Benvenuti intercetta l’ovale portando l’azione nella metà campo avversaria. I gallesi commettono fallo ed i biancoverdi vanno per i pali con Rizzi. Dalla piazzola il mediano d’apertura è poco preciso e calcia fuori.

Poco dopo gli Ospreys sono ancora indisciplinati e concedono un secondo calcio di punizione. Gli uomini di coach scelgono ancora di andare per i pali, lo fanno ancora con Rizzi ma il calcio di quest’ultimo termina ancora fuori.

I padroni di casa trovano i primi punti al 12’ con Sam Davies che su calcio di punizione fa +3. Tre minuti più tardi un placcaggio alto di Ruzza permette ai suoi di andare in touche, i biancoverdi sono bravi a difendere e rubare l’ovale.

Al 21’ avanti commesso dagli Ospreys, Rizzi calcia in touche sui 22 avversari. Palla portata a terra, altro fallo dei gallesi con i biancoverdi che hanno così a possibilità di andare in rimessa laterale sui 5. Avanzando dentro i 22, i Leoni guadagnano un fallo davanti pali. Questa volta Rizzi non sbaglia e pareggia i conti.

Al 33’ gli Ospreys marcano la prima meta del match, Thomas riceve da Davies e serve Dan Evans in corsa che va oltre la linea. Sam Davies trasforma chiudendo di fatto il primo tempo sul 10 a 3.

Nella ripresa i gallesi vanno presto in meta con Morgan ma il direttore di gara dopo un consulto con il TMO annulla per in avanti. Poco dopo Ospreys va nuovamente oltre la linea di meta biancoverde con Tipuric e questa volta la marcatura è valida. A ciò si aggiunge anche il giallo ai danni di Sperandio per placcaggio al collo.

Al 50’ Leoni in touche sui 5 metri gallesi, serie di avanzate con il direttore di gara che punisce Tipuric con il giallo. Subito dopo, al termine di una serie di affondi i biancoverdi trovano la vita della meta con Steyn; McKinley non sbaglia la trasformazione.

Gallesi che allungano al 58’ con il piazzato di Sam Davies. I Leoni non demordono e si affacciano con insistenza nella metà campo avversaria nella ricerca di punti importanti ma senza riuscirci.

I padroni di casa resistono e chiudono i giochi al 72’ con la meta di Sam Davies trasformata dallo stesso. Al Liberty Stadium termina così 27 a 10 in favore degli Ospreys.

Foto – Benetton Treviso

5 commenti su “Pro 14: Treviso lotta ma cede nel finale

  1. Concordo, anche a me ha dato questa impressione .
    Quello che non mi è piaciuto, naturalmente oltre ad avere perso, è che lo staff, Crowley in testa, abbia schierato una squadra incompleta frutto di un turnover importante, esagerato lo definirei.
    Venerdì vedremo se lo staff è stato lungimirante …
    o se la credibilità guadagnato sul campo tra pre season e i primi due invontri la abbiamo già dilapidata.
    Gli esordienti, quelli stagionali e quello assoluto, da rivedere ….quello assoluto in particolare ( Rizzi) non bene, per essere buoni ma forse anzi sicuramente era troppo per lui…almeno ieri.
    Quello che appare, infine, è che in determinati periodi Treviso si troverà in queste situazioni per quanto riguarda due ruoli chiave, apertura ed estremo, esperimento o la verifica, ammesso che avesse anche questa valenza è chiaramente non positiva, e lascia pessimisti ….
    Correranno, stanno correndo ai ripari ?

  2. l’ultimo che è stato criticato tanto aspramente quanto Rizzi negli ultimi giorni è stato Matteo Zanusso, che poi è finito a città del capo…
    la cosa che meno mi è piaciuta è stato qualche esperimento tattico con i trequarti, per il resto chi critica troppo questa squadra, questi ragazzi, in questo momento, palesemente non vuole bene né alla prima né ai secondi.

  3. Allora esprimere il proprio disappunto per esperimenti, che si ritengono mal riusciti, con 3/4 si può fare…..dire che a un giocatore è stato dato un compito difficile e che non lo ha svolto anzi ha consegnato ” il foglio in bianco”: no.
    Va bene ,decidi tu….

    1. si forse è meglio se decido io sul significato delle parole, ti aiuto: se a me un esperimento tattico non è piaciuto non significa che non avesse delle motivazioni alle spalle, e magari un giornalista potrebbe prendere spunto dal commento per rivolgere una domanda tecnica a coach Crowley. Fare nomi di giocatori che sicuramente hanno dato meno del previsto e del possibile -e ripeterli come un mantra, ovviamente non mi rivolgo in particolare a te- coprendoli di critiche più dure del dovuto vista la situazione oggettiva invece è leonismo da tastiera. Prova a guardare in giro per le varie chat di rugby, qualcuno si è divertito oltre il comprensibile.

Rispondi