Pro 14: Treviso, il primo scalpo è dei Dragons

Si è conclusa al Rodney Parade la sfida tra i biancoverdi e Newport.

Partenza shock per Treviso a Newport. Alla prima azione un passaggio rischioso viene facilmente intercettato dai gallesi e Dafydd Howells vola senza problemi in mezzo ai pali per la prima meta del match dopo poco più di 60 secondi di gioco. Reagisce Treviso, si porta in avanti, domina il campo e al 6′ è Alessandro Zanni a schiacciare oltre la linea, ma Allan manca la trasformazione. E’ una Benetton più bella rispetto a Newport, ma i biancoverdi non concretizzano il bel gioco che mostrano in campo e i Dragons si difendono senza rischi e, anzi, quasi allo scadere del primo quarto rischiano di segnare loro.

Continua a spingere il XV gallese che cerca la seconda meta per allontanare lo spauracchio biancoverde. Newport fa fatica, però, in touche e Treviso ne approfitta per risalire il campo. Un offload esagerato fa sprecare un’altra occasione alla Benetton, che però al 28′ riconquista subito l’ovale obbligando i Dragons al fallo e Allan va sulla piazzola per il sorpasso e +1 Treviso. Ancora l’indisciplina gallese con fallo su Barbini che manda Allan al calcio e Treviso che si porta sull’11-7. Al 36′ è Tavayara a prendere palla nei 22 biancoverdi, finta e corsa fin nella metà campo dei Dragons, anche se poi Treviso spreca. Ultima occasione, così, per Newport che attacca nei 22 veneti a tempo scaduto, ma arriva l’avanti e si chiude con la Benetton avanti di 4 punti.

Ripresa quasi fotocopia all’avvio, con un intercetto, ma questa volta non è fatale per la Benetton, che si salva. Insiste, però, Newport che va in touche dentro i 22 veneti, per un’azione pericolosa. Ancora un fallo di Treviso e questa volta Gavin Henson va per i pali e non sbaglia. Prova subito a reagire il XV di Crowley, conquista una mischia nei 22 gallesi, spinge, ottiene un’altra mischia sui 5 metri, ottiene una punizione, va nuovamente in mischia, spinge a un metro dalla linea, ottiene un nuovo vantaggio, insiste e la palla arriva al largo a Steyn che segna e Treviso che allunga al 52′, con Allan che però sbaglia la trasformazione.  E al 56′ bellissima azione della Benetton Treviso, che prima sfruttano la velocità al largo, poi sfonda Sgarbi, offload per Zanni che schiaccia al largo. Treviso che ora allunga, si porta a una meta dal bonus e va oltre il break.

Newport che commettono tanti errori palla in mano, Treviso che spinge per chiudere il match e per conquistare il bonus, ma Clancy punisce la mischia della Benetton e i gallesi possono risalire il campo. Gioco rotto ora, i Dragons sono obbligati a non perdere tempo e a partire anche da lontano per riaprire il match, ma più volte la difesa biancoverde obbliga all’errore di handling i padroni di casa mentre passano i minuti. L’indisciplina della Benetton ferma l’azione degli ospiti, ma il Newport non ne approfitta quando si entra negli ultimi 10 minuti del match. Aumenta il ritmo la squadra di casa che cerca la meta che riapra la partita, mentre Treviso difende con ordine, anche se concede qualche metro di troppo ai gallesi. Un fallo porta i Dragons nei 22 al 74′ e una difesa che sbaglia un paio di placcaggi regala a Rhodri Williams la chance di schiacciare tra i pali e Newport che si riporta a -4 a cinque minuti dal termine. E sono sempre i Dragons a giocare palla in mano, ripartendo ancora una volta dai loro 22, con Treviso che li prova a tenere lontani nonostante si senta la stanchezza. Newport che non si allontana dai propri 22 metri, Treviso che eroicamente tiene lì gli avversari mentre si avvicina l’ottantesimo. Un fallo di Tebaldi permette ai Dragons di risalire a un minuto dalla fine. Ma la touche è sbagliata, Treviso finalmente recupera la palla e può controllarla fino allo scadere.

NEWPORT DRAGONS – BENETTON TREVISO 17-21

Sabato 1 settembre, ore 20.35 – Rodney Parade, Newport
Newport: 15 Jordan Williams, 14 Dafydd Howells, 13 Tyler Morgan, 12 Jack Dixon, 11 Hallam Amos, 10 Gavin Henson, 9 Rhodri Williams, 8 Ollie Griffiths, 7 Aaron Wainwright, 6 Lewis Evans, 5 Cory Hill, 4 Brandon Nansen, 3 Leon Brown, 2 Richard Hibbard, 1 Ryan Bevington
In panchina: 16 Elliot Dee, 17 Brok Harris, 18 Lloyd Fairbrother, 19 Matthew Screech, 20 Huw Taylor, 21 Tavis Knoyle, 22 Josh Lewis, 23 Adam Warren
Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Marco Barbini, 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Alessandro Zanni, 3 Tiziano Pasquali, 2 Hame Faiva, 1 Federico Zani
In panchina: 16 Engjel Makelara, 17 Derrick Appiah, 18 Simone Ferrari, 19 Marco Fuser, 20 Federico Ruzza, 21 Marco Lazzaroni, 22 Giorgio Bronzini, 23 Tommaso Iannone
Arbitro: George Clancy
Marcatori: 2′ m. Howells tr. Henson, 6′ m. Zanni, 29′ cp. Allan, 32′ cp. Allan, 45′ cp. Henson, 52′ m. Steyn, 56′ m. Zanni, 75′ m. Williams tr. Lewis

Foto – Benetton Treviso

5 commenti su “Pro 14: Treviso, il primo scalpo è dei Dragons

  1. Treviso concreta e convinta. Magari non bellissima e con ampi margini di miglioramento .
    Certo i dragoni non sono quella banda di sgangherati dell’anno scorso e se solo avessero avuto una touche più performante, avrebbero dato dei grossi grattacapi.
    Allan e Tebaldi senza infamie ne lode ( allan colpevole della prima trasformazione, mentre le altre erano molto angolate).
    Bene gli avanti anche se con l’infortunio di zani ha impedito di avere la supremazia in mischia.
    3/4 che si sono sacrificati molto specie in difesa, ma devono dare più frizzantezza alle manovre.
    Tutto sommato vittoria importante.
    Vedremo la prossima partita contro una squadra più impegnativa…

  2. e poi vincere in Galles contro una gallese, sia anche la squadra del pub della piccola comunità di Ystradyffin, è qualcosa che vale la pena raccontare ai nipoti!

Rispondi