Pro 14: Gavazzi “Rinnovo fino al 2023 e le Zebre…”

Sul Gazzettino il presidente federale fa il punto dell’avventura celtica al via questo weekend.

Il rinnovo del contratto con la Guinness Pro 14, lo spinoso tema del diventare soci alla pari e la questione Zebre. A poche ore dall’inizio della nuova stagione celtica il presidente federale Alfredo Gavazzi fa il punto della situazione con un’intervista sul Gazzettino. Ecco i punti salienti.

“In settimana ci sarà la firma (per l’accordo triennale fino al 2023, ndr.). A fine anno riprenderemo anche in mano il dossier per far diventare l’Italia socio paritario con i fondatori Galles, Irlanda e Scozia” esordisce Gavazzi, mentre il Gazzettino accenna a un possibile allargamento a 16 squadre, con l’inclusione di nuovi club dal Sud Africa.

Parlando, invece, di budget, il Pro 14 chiede un minimo di 7,5 milioni a squadra, cifra superata dalla Benetton Treviso, ma che con le Zebre si fatica a raggiungere, essendo esclusivamente federale. “Il Benetton incasserà i soliti 4 milioni più la parte degli introiti versati dai sudafricani. Le Zebre avranno ancora un po’ di più, ma bisogna tenere conto che il Benetton ha maggior libertà operativa per tutta una serie di cose, mentre la spesa delle Zebre è vincolata ai soldi della Fir” spiega Gavazzi, che non chiude a un intervento privato anche nei bianconeri. “Non avrei nulla in contrario, ma a fronte di garanzie di solidità. Non vorrei trovarmi in situazioni finanziarie come quelle del passato” spiega il presidente federale.

Temi caldi, poi, la sede futura delle Zebre e l’Accademia da legare alla Benetton. Sul primo punto restano in piedi le solite ipotesi di Milano e Roma, con la seconda favorita per una questione impiantistica, con il sogno della Fir di portare i bianconeri al Tre Fontane prima e al Flaminio poi. Sul secondo punto, invece, ancora nulla di certo, con la Benetton che vorrebbe l’Accademia operativa per il triennio 2020-2023, mentre la Fir tentenna continuando a ribadire che l’Accademia si farà quando ci saranno i fondi.

12 commenti su “Pro 14: Gavazzi “Rinnovo fino al 2023 e le Zebre…”

  1. un pò le solite cose ripetute negli anni, ma non ci sono altri argomenti da trattare al momento; il tutto rimane sempre condizionato dal bilancio.
    Così come al momento è stata accantonata l accademia a Treviso, spero passi presto anche la smania di voler andare via da Parma per un posto ancora non ben definito.
    Quanto all accesso di altre due sudafricane, sembra che le trattative sia ben avviate e manchi solo l’ufficialità

    1. LE trattative sono avviate, per l’ufficialita’ ne manca ancora un po’ anche perche’ da tener conto che di fatto vorrebbe dire smembrare la Sanzaar un’uscita Sud Africana…la strada e’ ancora lunga.

      1. sul discorso Sanzaar ci sarebbe da vedere, perchè l entrata di altre due squadre sarebbe un discorso diverso rispetto ai Cheetahs e Kings. Si parlava di Sharks e Bulls interessate ad entrare ma con squadre più vicine all organico da Currie Cup che da SR; o quanto meno inserire gli internazionali in corsa con la doppia finalità, da un lato alzare il livello dei domestici, dall’altro preparare gli internazionali per la stagione australe.
        Leggevo anche dell’ingresso di una selezione argentina in Currie cup

        1. L’entrata eventuale in Pro 14 invece ha come possible coseguenza un defilarsi dal SR…non terranno due formazioni in piedi una in Pro 14 ed una in SR da febbraio in poi.

    1. infatti lui dice il prossimo anno e di prossimi anni ne siamo pieni.
      Io ho smesso di crederci da circa 6 anni…
      un burlone. Il problma è che è presidente della fir…

  2. <>
    QUALCUNO MI DICA PER FAVORE, CHI E’ QUEL PAGLIACCIO CHE HA FATTO CHIUDERE LE ZEBRE PRIVATE ( A CUI, MI SEMBRA, SAREBBERO BASTATI INTORNO AI 5.0 MILIONI DI € PER VIVERCI BENE ED ” ALLA GRANDE”)?
    Era un motivo economico, oppure si voleva tenere in piedi un giocattolo dove poterci giocare a piacimento???
    <>

      1. Try, scusa ma non capisco cosa intendi.
        Però mi chiedo: se la federazione oggi spende di PIU’ ( più potrebbe voler dire anche 1/2 milioni, non certo 50/100 mila € -altrimenti manco lo scrivevano-) di 7.5 milioni per le Zebre e prima ne dava circa la metà, cioè 4.0 milioni di € alle Zebre sfigate( quelle dei privati o ritenuti tali, per intenderci ), non sarebbe stato meglio lasciare a loro, come richiedevano, 5/5.5 milioni, dunque risparmiando almeno 2.0/2.5 milioni di € per fare dell’altro?
        Qualcuno che sa qualcosa di matematica, oltre alla passione ed alle logiche politiche, esiste ancora nel mondo del rugby?
        iI temo che il problema fosse ben altro dei soldi da dare…..

  3. “When we become a full Pro14 member next season..” (Mark Alexander, 2018-08-28): ecco, anche lui parla della prossima stagione ma non da 6 anni. Si accettano scommesse.

Rispondi