Italseven: ad Harpenden una vittoria di lusso

La squadra di Vilk si prepara al meglio all’ultima tappa delle Grand Prix Series.

Con sei vittorie in altrettanti incontri la Selezione Italiana 7s di Andy Vilk si aggiudica l’edizione numero cinquantatré del torneo a inviti di Harpenden, in Inghilterra, chiudendo imbattuta la manifestazione e aggiudicandosi il primo trofeo stagionale. In vista dell’ultima tappa del Grand Prix europeo di settembre in Polonia, coach Vilk ricava alcune importanti indicazioni dalla vittoria in terra britannica, con gli Azzurri che chiudono in testa il proprio girone senza concedere mete ai McFlames, alla selezione della Royal Navy e ai WPriests.

La difesa italiana rimane imbattuta anche nei quarti di finale, dove domina i Royal Engineers 32-0, mentre una meta concessa in semifinale ai Royal Navy Sharks non pregiudica comunque il successo per 17-7 e l’accesso alla finale, vinta con lo stesso punteggio contro i Sherards Assassins. Una vittoria che, va sottolineato, arriva con l’Italia che schiera anche due diciassettenni, Federico Mori e Giulio Bertaccini. E, come scrive il responsabile Orazio Arancio su Facebook, “se solo avessimo l’opportunità di lavorare con un po più di continuità….”.

2 commenti su “Italseven: ad Harpenden una vittoria di lusso

  1. Beh io sono ignorante in ambito seven, ma mi pare che le squadre incontrate non fossero proprio delle selezioni stratosferiche. Cioè, l’Italia ha battuto Sherards Assassins non le fiji.
    Ok avevamo due giovani, per carità…

  2. Non capisco niente di 7s quindi faccio fatica a inquadrare la portata della vittoria, che comunque è sempre bene conseguire. In ogni caso avremo il polso della situazione nell’ultima tappa del GP, che bisognerà vincere per conquistare una posizione degna.

Rispondi