Tolone: Boudjellal non si piega “Non pago e querelo”

Dopo la condanna a pagare 75mila euro per aver ‘difeso’ gli insulti omofobi di Mathieu Bastareaud.

Mourad Boudjellal non è tipo da accettare una condanna come se nulla fosse. E non è tipo da stare zitto. Ieri l’Epcr lo ha condannato a una multa di 75mila euro (più altri 25mila sospesi, così come 5 punti di penalizzazione per il Tolone), e ora il patron del club francese ha deciso di andare al contrattacco.

“Ho chiesto al mio avvocato di incaricarsene immediatamente. Non farò appello, non pagherò e farò causa per diffamazione. Non lascerò passare certe accuse di omofobia” ha dichiarato Boudjellal a Rugbyrama.fr, rincarando la dose. “Non farò appello e non pagherò. Non riconosco questa sentenza. Come potranno farla eseguire, d’altronde, visto che non hanno alcuna forza legale. Non devono fare altro che portarmi in tribunale”.

Il patron del Tolone poi attacca l’Epcr, dichiarando che “dopo l’inizio di questo caso ho ricevuto 288 email, inviate a qualsiasi ora del giorno o della notte, in inglese. Ho sempre risposto che non parlo inglese”. E continua “Non capisco perché questo tipo di persone si permettano di chiedermi una dichiarazione patrimoniale alla vigilia della mia convocazione davanti alla commissione disciplinare. Non ne hanno alcun diritto”. Insomma, lo scontro tra Boudjellal e l’Epcr è frontale e rischia di esplodere tra le mani dei protagonisti.

Foto – Instagram/rctofficiel

Rispondi