Antidoping: squalifica record per dirigente ovale

Antonio Maria De Grandis squalificato per 25 anni nel processo che ha coinvolto il medico Guido Porcellini.

Il Tribunale nazionale antidoping ha squalificato per 25 anni il tesserato della federazione italiana rugby Antonio Maria De Grandis. Lo rende noto un comunicato di Nado Italia, precisando che la sanzione è “a decorrere dal 5 luglio 2018 e con scadenza al 4 luglio 2043”. De Grandis è stato anche condannato alla sanzione economica accessoria di 2000 euro e al pagamento delle spese del procedimento.

De Grandis era rimasto coinvolto nell’inchiesta dei pm di Pesaro Monica Garulli e Valeria Cigliola su un traffico di sostanze dopanti provenienti in prevalenza dalla Cina. L’indagine aveva riguardato anche il medico nutrizionista Guido Porcellini. Secondo gli inquirenti, De Grandis avrebbe gestito “acquisti, rifornimenti e cessioni dei prodotti”, mentre Porcellini avrebbe deciso le forniture in accordo con il dirigente, finanziando gli acquisti, ed entrambi avrebbero commercializzato le sostanze. Lunedì scorso Porcellini era stato condannato a 30 anni d’inibizione dalla Prima Sezione del Tribunale antidoping.

Rispondi