A Marcoussis blackout Italia, ma va ai quarti

Si è conclusa in Francia la prima giornata delle Grand Prix Series. Italia che chiude con un successo e due ko.

Una vittoria netta con la Svezia, ma arrivata dopo un primo tempo con troppi errori, poi un ko che grida vendetta con il Galles. Avanti 3 mete a 1, con il controllo del match in mano, gli azzurri di Vilk si spengono negli ultimi tre minuti e regalano una vittoria ai britannici che rischia di compromettere l’intero weekend dell’Italseven. Una Francia troppo forte risulta inarrivabile per Lupini e compagni che, così, chiudono come migliore terza e sfideranno la Russia ai quarti di finale.

ITALIA – SVEZIA 36-5

Inizia contro la Svezia l’avventura azzurra a Marcoussis. Formazione rinforzata con gli innesti di Simone Ragusi e Simone Rossi per l’Italseven, chiamata a confermare il bel terzo posto di Mosca. Match che, però, inizia malissimo per i ragazzi di Vilk, che sbagliano la prima ricezione al volo e permettono agli svedesi una comoda meta. Prova a reagire l’Italia con Ragusi che si invola, ma occasione persa. Al 5’, però, ruba palla l’Italia e si invola con Federico Mori per il 5-5 in un match difficile per gli azzurri, nonostante appaiano decisamente superiori agli avversari. Un altro pallone rubato da Pratichetti riporta l’Italia in attacco ed è Gino Lupini a marcare la meta del sorpasso azzurro. Il primo tempo, però, si chiude con la Svezia in attacco, che non trova la meta e si va al riposo sul 10-5 per gli azzurri.

Dopo un errore nella ripresa del gioco l’Italia riconquista l’ovale, sfonda con Simone Rossi e poi concretizza con James Ambrosini che schiaccia tra i pali per l’allungo azzurro. Italia ora più convinta, sfrutta una pessima ricezione svedese e arriva la quarta meta con Luca Petrozzi. Così, dopo aver sofferto troppo nel primo tempo, l’Italia dilaga e arriva anche la seconda meta personale di Gino Lupini che fissa il punteggio sul 29-5. Che diventa 36-5 allo scadere quando l’Italia va nuovamente in meta. Vittoria netta che serve a mettere un importante tassello per i quarti di finale, ma Italia che dovrà comunque migliorare nel corso del torneo dopo aver sofferto troppo a inizio match.

Nell’altro match del girone netta vittoria per la Francia sul Galles per 49-0. Negli altri gironi larghe vittorie per Irlanda e Inghilterra su Polonia e Spagna nel gruppo A, mentre Germania e Russia hanno la meglio di Georgia e Portogallo.

ITALIA – GALLES 19-22

Contro il Galles l’Italia cerca la certezza dei quarti di finale e dopo un minuto cartellino giallo per i britannici per un placcaggio senza palla. E subito arriva la meta azzurra che vale il 7-0. Un brutto buco difensivo, però, regala al 3’ la meta al Galles che si porta a -2. Ma l’Italseven dà spettacolo, Simone Rossi crea il panico nella difesa britannica e Petrozzi conclude tra i pali. Il Galles prova a riportarsi in attacco, ma l’Italia difende bene e si va al riposo sul 14-5 per gli azzurri.

Ottimo inizio azzurro anche nella ripresa e secondo giallo per i gallesi. E come nel primo tempo, subito meta azzurra, questa volta con Gianmarco Vian all’altezza della bandierina per il 19-5. Galles che sembra non riuscire a reagire al doppio vantaggio dell’Italseven, ma che viene aiutato dagli azzurri che commettono una leggerezza palla in mano nei propri 22 e meta gallese per il 19-12 a poco più di due minuti dalla fine. Azzurri distratti nel finale, concedono un’altra meta che, però, non viene trasformata a Italia ancora avanti 19-17 con un minuto da giocare. E nel finale arriva la quarta meta del Galles e Italia che butta letteralmente via il successo, compromettendo probabilmente il suo percorso. Ora, infatti, l’Italia dovrà sfidare la forte Francia e, in caso di ko, sperare di staccare comunque il biglietto tra le migliori terze che, però, vorrà dire al 90% un quarto di finale difficile, probabilmente contro la Russia.

Nell’altro match del girone anche una netta vittoria per la Francia, che supera la Svezia 63-0 e conquista il primo posto nel girone. Negli altri gironi nuovamente larghe vittorie per Irlanda e Inghilterra su Spagna e Polonia nel gruppo A, mentre anche Germania e Russia si confermano nettamente più forti di Portogallo e Georgia. Nell’ultimo giro di partite, dunque, due sfide dirette per decidere le prime dei gironi A e B, mentre sarà corsa a segnare il più possibile nelle altre partite per staccare il biglietto come migliori terze.

ITALIA – FRANCIA 12-24

Dopo il ko con il Galles gli azzurri sfidano la forte Francia consapevoli di essere ai quarti di finale, salvo un tracollo incredibile. L’obiettivo è vincere, ma visti gli altri risultati va bene anche un ko, basta che il divario non sia superiore ai 116 punti. Ma per evitare l’Irlanda bisogna fare decisamente di più. Italia che prova a inizio match a mettere in difficoltà i francesi, ma al primo pallone recuperato i transalpini vanno fino in fondo per la prima meta del match. Azzurri che, però, lottano su ogni pallone, non danno spazio ai francesi e cercano anche di ripartire palla in mano. A tempo ampiamente scaduto, con l’Italia che provava a pareggiare, arriva invece la seconda meta francese e primo tempo che si chiude sul 12-0 per la Francia.

Fiammata azzurra a inizio ripresa che trova una meta al largo con Vian e conquista cinque punti importantissimi in chiave terzo posto e playoff. Poco dopo è Ragusi a bucare la difesa francese e sul prosieguo è Ambrosini a raccogliere e schiacciare per il 12-12. Arriva, però, la risposta transalpina e Francia che si riporta a +7 a due minuti dalla fine. E a tempo scaduto quarta meta francese per il 24-12 finale.

Nell’altro match del girone, invece, vittoria di misura del Galles sulla Svezia, con i britannici che così chiudono secondi dietro la Francia. Nel girone A vittoria dell’Irlanda sull’Inghilterra, con invece la Germania che supera di misura la Russia nel girone B. Per il resto, vince a sorpresa la Polonia sulla Spagna, mentre il Portogallo conquista i quarti come seconda miglior terza battendo la Georgia.

MARCOUSSIS 7S – QUARTI DI FINALE

Irlanda – Portogallo
Germania – Italia
Francia – Inghilterra
Russia – Galles

Foto – Vincent Inigo / Rugby Europe

Rispondi