Italrugby: Dominguez pessimista per il futuro

R1823 ha incontrato ieri sera a Milano l’ex numero 10 azzurro. Ecco le sue parole.

Ieri sera alla Buttiga di Via Paolo Sarpi c’è stato un ospite a sorpresa. Diego Dominguez è passato per una serata de “La Buttiga del Rugby” con i compari Paolo Wilhelm e Marco Turchetto. Con l’ex numero 10 azzurro si è parlato di progetti sociali (il video verrà pubblicato domani), ma a margine ho scambiato due battute con Diego sull’attuale situazione del rugby azzurro. Ecco le sue parole.

5 commenti su “Italrugby: Dominguez pessimista per il futuro

    1. probabilmente “quello là” è nel posto che occupa solo perché “questi qua” non vanno oltre le tre parole…con tutto il rispetto per il grandissimo giocatore che è stato tutti sono in grado di dire “difficile difficile difficile…complicato complicato complicato…” , ma forse non era il caso di pubblicare quelle che in fondo sono solo ” due battute…”.

      1. questo signore, fuori da un pub ha detto cose più interessanti -al di là di quel che è rimasto a te, mi spiace- in pochi istanti di quanto abbia fatto il mago g in tante interviste più o meno pilotate. poi, se a te piace così…quello che non vale la pena di pubblicare sono gli sproloqui delle cariatidi federali che fanno danni al movimento eppure stanno sempre lì a dire cose insulse. cordialità

  1. Scusate, con tutto il rispetto, ma cosa ha detto di così illuminante che a noi comuni mortali sfugge?
    Nulla.
    Domani guardo il video che forse avrà contenuti sicuramente più interessanti.

    1. non ha detto, ha accennato. Per la precisione. Dire che il rugby italiano in questo momento non ha un futuro roseo perché non si è lavorato correttamente sulla base mi sembra sufficiente come introduzione ad un discorso. Se pensi che il padrone continua a sproloquiare di milioni da investire -sempre 18, se non ricordo male la stessa cifra della famosa nuova sede nelle ultime occasioni in cui se ne era parlato- mi sembra già qualcosa.

Rispondi