Test Match: Italia vs Yamaha Jubilo, scatto azzurro nella ripresa

Si è conclusa l’amichevole degli azzurri contro il club giapponese, giocata a Nagano.

Un tempo per rodare, concedendo troppo all’attacco avversario, ma poi si cambia marcia e non c’è storia. L’Italrugby esordisce in questo giugno ovale con una comoda vittoria sul club giapponese del Yamaha Jubilio, ma serve un tempo intero perché gli azzurri prendano il giusto distacco dagli avversari.

E’ il Yamaha Jubilio, infatti, ad andare per primo in meta dopo una situazione di gioco rotto e la meta di Violi avvicina gli azzurro, con successivamente un ispiratissimo Minozzi a dare il primo vantaggio azzurro. Che dura poco, perché al 22′ il club giapponese trova la seconda meta, ma al 26′ è una combinazione Minozzi-Morisi-Benvenuti a mandare l’ala azzurra oltre. Come per la prima meta, una palla persa degli azzurri regala al Yamaha Jubilio la meta del pareggio, ma allo scadere è Mattia Bellini a fissare il punteggio sul 26-19 per l’Italia.

Altra musica nella ripresa, con gli azzurri che non concedono più mete e possessi facili agli avversari e impongono il proprio gioco. Così al 50′ è Ruzza, lanciato da Minozzi, a marcare, mentre all’ora di gioco è la volta di Bisegni di andare in meta. Non rallenta l’Italia che da maul, dopo una touche, trova la settima meta con George Biagi per il 45-19. Nel finale altra touche e altro sfondamento, questa volta con Seb Negri, per il 52-19 finale.

Primo tempo equilibrato, con la squadra di casa che spinge da subito fortissimo sull’acceleratore per mettere in difficoltà gli Azzurri e, dopo appena due minuti, conduce per 7-0: la reazione italiana è immediata e un Minozzi particolarmente ispirato – sarà lui l’MVP di giornata – prima pone le basi per la meta di Violi all’undicesimo, un minuto dopo concretizza portando i suoi in vantaggio.

Yamaha Jubilo reagisce e torna in avanti al ventesimo, la selezione azzurra ribalta ancora il punteggio con Benvenuti, in mezzo ai pali dopo che un pallone recuperato ancora da Minozzi lancia Minozzi in una lunga galoppata lungo il campo: l’offload del centro della Benetton per il compagno di club porta lo score sul 14-19. Yamaha ribatte ancora una manciata di minuti dopo, acciuffando il 19-19, ma allo scadere Bellini prima risale il campo lungo la linea di out sinistra, poi dopo essere stato fermato non lontano dalla meta tiene vivo il pallone dando vita all’azione che, dal lato opposto, si conclude proprio con un suo tuffo in meta.

Si va a riposo sul 19-26 e la seconda frazione di gioco, dopo numerosi cambi, è tutta di marca italiana: “Italia XV” alza il ritmo, contrattacca dalla propria metà campo. Ruzza raccoglie un calcetto di Minozzi nei ventidue al nono minuto e serve Bisegni al largo dieci minuti dopo, Biagi sfonda per vie centrali poco prima della mezzora e, nel finale, Canna riceve da penaltouche e lancia Negri che rompe un placcaggio e fissa lo score sul 52-19 finale.

Domani trasferimento a Oita dove, sabato prossimo, è in calendario il primo dei due test-match contro il Giappone. 

Nagano, U Stadium – sabato 2 giugno
No-cap match
Yamaha Jubilo v Italia XV 19-52
Marcatori: p.t. 2’ m. Kiyohara tr. McGahan (7-0); 11’ m. Violi (7-5); 12’ m. Minozzi tr. Allan (7-12); 21’ m. Horie tr. McGahan (14-12); 26’ m. Benvenuti tr. Allan (14-19); 34’ m. Yatomi (19-19); 40’ m. Bellini tr. Allan (19-26); s.t. 9’ m. Ruzza tr. Canna (19-33); 19’ m. Bisegni (19-38); 26’ m. Biagi tr. Canna (19-45); 35’ m. Negri tr. Canna (19-52)
Yamaha Jubilo: McGahan; Labuschagne, Miyazawa, Tahitua, Ito C.; Kiyohara (20’ st. Kobayashi), Yatomi (20’ st. Ikemachi); Horie, Yamaji, Tuiali’i; Helu, Odo (10’ st. Kuwano); Ito H. (20’ st. Nishimura), Hino (16’ st. Naka), Yamamoto (20’ st. Ueki)
Italia XV: Minozzi; Benvenuti (1’ st. Hayward), Bisegni, Morisi, Bellini (1’ st. Padovani); Allan (1’ st. Canna), Violi (32’ pt. Tebaldi, 20’ st. Palazzani); Steyn, Licata, Negri; Budd (1’ st. Biagi), Fuser (8’ pt. Zanni); Ferrari (26’ pt. Pasquali, 20’ st. Traorè), Ghiraldini (cap, 21’ pt. Bigi, 20’ st. Zilocchi), Lovotti (32’ pt. Zani)
all. O’Shea

10 commenti su “Test Match: Italia vs Yamaha Jubilo, scatto azzurro nella ripresa

  1. I ragazzi festeggeranno i 52 punti fatti che danno morale e non succedeva da tanto.
    Lo staff si concentrerà sui 19 punti concessi in un solo tempo ad un club giapponese

  2. Spero ovviamente di venire smentito, e pertanto scrivo anche con fini scaramantici: per le prossime due vere uscite prevedo altrettante sconfitte con uno scarto complessivo tra i 30 e i 40 punti.

  3. Bene così ma questa è stata una scaramuccia la battaglia con i Samurai è fra qualche giorno!
    E’ di quel dopo partita che voglio sentire i commenti da HC e giocatori

  4. È una roba ridicola: certi commenti su OR ma anche qui.
    Si arriva pure a sindacare gli hilight della FIR non sapendo che nessuno ha trasmesso la partita e che probabilmente il video è filmato dagli analisti della .
    Nazionale.
    Duccio pensaci tu 😅😅😅

    1. a voler fare i fenomeni, c’è una regia che cambia inquadrature e non credo che sia farina del sacco della fir, poi che sia stata registrata da teletokyo internescional per il telegiornale delle 5 di mattina è un altro discorso, manca la meta di biagi, e le mete giapponesi, ma niente di chè; non contesto, anzi ringrazio, di aver visto qualcosa, ma con un minimo di impegno si riusciva, forse, a far meglio; sono d’accordo sul fatto che chi parla di complotti vive fuori dal mondo, e su questo non si discute, elogiare questo video, però, è sull’altro opposto

Rispondi