Rugby & Droga: Slipper squalificato per cocaina

Il pilone dell’Australia e dei Reds trovato due volte positivo tra febbraio e marzo.

Una squalifica minima, di soli due mesi, per James Slipper, il pilone dell’Australia risultato positivo alla cocaina in due test anti doping effettuati tra febbraio e marzo. Secondo l’Aru, che ha multato il giocatore anche di 27.500 dollari australiani, il giocatore aveva “questioni personali” che hanno mitigato la punizione. Nella dichiarazione della federazione si fa, infatti, riferimento all’impegno che si deve avere nell’aiutare i giocatori con problemi di depressione o altre patologie mentali.

Siamo estremamente delusi di essere in questa posizione oggi, con uno dei nostri giocatori internazionali più esperti che è risultato positivo a due test per la cocaina. Siamo pienamente consapevoli del fatto che James abbia a che fare con problemi personali molto significativi e collaboriamo con lui da febbraio su questi temi. Stiamo facendo in modo che James riceva assistenza e supporto completo compreso il trattamento medico specialistico” ha dichiarato l’Aru.

James A. Slipper, classe ’89, proviene da Gold Coast, città del Queensland, ed entra a far parte dei Reds nel 2010, esordendo alla fine della stagione nei Wallabies in un test match contro l’Inghilterra a Perth. In carriera ha ottenuto 86 caps con l’Australia, scendendo in campo anche come capitano in occasione di un test contro gli USA alla vigilia della Coppa del Mondo 2015.

Un commento su “Rugby & Droga: Slipper squalificato per cocaina

  1. Notizia triste, purtroppo cocaina ed eroina sono temi di drammatica, scottante attualità. In bocca al lupo a Slipper, speriamo ne esca bene.

Rispondi