Italdonne: Valeria Fedrighi, un’azzurra a Londra

Ladies Rugby Club ha intervistato la seconda linea azzurra in forza ai Saracens.

Torna Lorenzo Cirri e il suo Ladies Rugby Club. L’esperto di rugby femminile, infatti, ha fatto una lunga intervista a Valeria Fedrighi, seconda linea dell’Italdonne e dei Saracens, a Londra. Una lunga chiacchierata dove si passa dall’esperienza inglese, al paragone tra il rugby italiano e quello britannico, fino al suo futuro. Una lunga e bella intervista.

In cosa è diverso essere una giocatrice di rugby in Inghilterra rispetto all’Italia?
Dipende cosa intendi quando dici “diverso”? Lo sport che pratichiamo è sempre quello, ma forse parli del fatto che qui spesso le giocatrici iniziano a giocare da bambine o del fatto che a fine partita ci sono spessissimo delle piccole tifose (e giocatrici delle categorie minori o di altre squadre) che ti cercano per chiederti una foto o una firma sulle loro bandiere. Credo che sia la cultura del rugby la parte differente, non di per se essere una giocatrice. Se parliamo dell’aspetto tecnico-tattico sappiamo che l’Inghilterra è vice campionessa del mondo, quindi qualcosa in più di noi lo hanno di sicuro, ma non mi sento in grado di dare una spiegazione dettagliata riguardo a questo. Continua a leggere l’intervista su Ladies Rugby Club.

Un commento su “Italdonne: Valeria Fedrighi, un’azzurra a Londra

Rispondi