Serie A: Valsu e Verona fanno festa

Le due venete hanno battuto Cus Genova e Lyons conquistando l’Eccellenza.

La Serie A emette i propri verdetti di fine stagione, con il turno di ritorno delle semifinali della seconda divisione che promuovono in Eccellenza il Verona Rugby e il Valsugana Rugby, completando così la rosa delle dodici squadre che nel 2018/19 si contenderanno l’ottantanovesimo scudetto.

A Piacenza, i Sitav Lyons padroni di casa si fanno sorprendere dall’emergente Verona Rugby, fermato la settimana passata in Veneto sul 23-17, in fondo a ottanta minuti tiratissimi: finisce 3-13 e gli scaligeri, negando il punto di bonus difensivo ai padroni di casa, ribaltano il risultato della scorsa settimana, aggiudicandosi per 5-4 la mini-classifica aggregata e strappando il biglietot per la massima serie. Per i piacentini sfuma il sogno di un immediato ritorno ai vertici del rugby nazionale dopo la retrocessione del 2017.

Pioggia battente nel prepartita e campo pesante a Padova, dove il Valsugana domina il Cus Genova nei primo quaranta minuti, mantenendo possesso e occupazione territoriale e affidandosi spesso e volentieri al piede di Nicola Benetti per ribaltare il 25-17 dell’andata: al giro di boa del primo tempo, con i padovani avanti 19-7, la missione pare già compiuta ma, nella ripresa, gli universitari rientrano in partita accorciando sino al 19-13 che varrebbe il ritorno nella massima serie dopo trentacinque anni. Nelle convulse battute finali, un fuorigioco genovese sulla metà campo consegna sui piedi di Benetti il piazzato del possibile sorpasso e l’ex Fiamme Oro non sbaglia, con la palla che rimbalza sulla traversa prima di superare i pali, mandando per la prima volta nella propria storia il Valsugana nella massima serie per un solo punto di vantaggio nei due incontri

Domenica 27 maggio, la serie cadetta vivrà l’ultimo atto del 2017/18 con la Finale che allo Stadio “Mirabello” metterà di fronte le due squadre neopromosse in Eccellenza: in palio il titolo di Campione d’Italia di categoria, la ciliegina che Verona o Valsugana potranno centrare per impreziosire una stagione, in ogni caso, da ricordare per entrambe.

5 commenti su “Serie A: Valsu e Verona fanno festa

  1. Gavazzi, muoviti al più presto per fermare questa deriva veneta del nostro amato sport!
    Ah, oggi a Treviso, la settima veneta… c’era anchebun piccolo torneo di minirugby organizzato da dilettanti… nessun cenno sui vari blog… chissà… 🙂

  2. Giusto che di derby veneti se ne sentiva la mancanza.. 🙂
    (complimenti ad entrambe, anche se il campionato a 12 spero i “piani alti” si convincano non aiuta granchè, ma opinione personale).

  3. Piacenza-Verona letteralmente dominata dal Verona che gioca 70 minuti nel campo avversario raccogliendo alla fine pochissimi punti e riuscendo a rischiare qualcosa nel finale quando i Lyons sono entrati, forse per la seconda volta della partita, nei 22 di Verona palla in mano per l’assalto finale comunque respinto. Piacenza all’andata aveva fatto una partita praticamente senza errori, oggi di errori tra avanti, tuoches storte, falli inutili, … ne ha combinate decisamente troppe per una finale. Verona a 55 anni dalla nascita approda finalmente nella massima serie. Complimenti a tutti e un grazie doveroso alla nostra Presidentissima per aver deciso di investire nello sport che amiamo e aver guidato la società al raggiungimento dell’obiettivo. Ci vediamo l’anno prossimo nel più bel stadio d’Italia.

Rispondi