Pro 14: Scarlets, no problem con i Cheetahs

Si è disputato il secondo barrage della Celtic League. Decisa l’avversaria dei Glasgow Warriors.

Basta un solo tempo agli Scarlets per prenotare un posto in semifinale nella Guinness Pro 14. Il mattatore è Steff Evans, autore della prima meta al 6’ e del tris al 37’. In mezzo arriva la marcatura di Leigh Halfpenny al 17’. In mezzo per i sudafricani solo un piazzato di Johan Goosen.

E gli Scarlets non si fermano neanche a inizio ripresa, con Tom Prydie che va in meta al 45′ e chiude definitivamente la pratica, mandando i gallesi in semifinale contro i Glasgow Warriors. A questo punto gli Scarlets dilagano e chiudono sul 43-8. Cheetahs che, dunque, si confermano incapaci di imporre la propria qualità lontani dal Sud Africa e campioni in carica che restano in corsa per il bis.

Foto – Instagram/scarlets_rugby

4 commenti su “Pro 14: Scarlets, no problem con i Cheetahs

  1. E’ sembrata una vittoria fin troppo facile e nonostante tutto le imperfezioni non sono mancate…uno su tutti che è arrivato col fiato corto è Gareth Davies, anche ieri così come a Dublino dopo 20 minuti lo avrei cambiato…
    Quelli che invece mi stanno sorprendendo in positivo è tutta la prima linea, sono atleticamente tirati a lucido ed in chiusa continuano a mietere vittime partita dopo partita. Con una conquista sicura ed avanzante è ancora più facile per i mediani innescare la batteria leggera, ieri Evans on fire…speriamo Halfpenny non abbia nulla di grave.
    Ci concediamo con il pubblico nella maniera migliore, salutando per l ultima volta i partenti e dando il benvenuto ai nuovi arrivati.
    Complimenti ai Cheetahs, considerando che quest anno han fatto due stagioni in una, centrare subito i play off è un ottimo risultato. Un eventuale quarto di finale in casa loro sarabbe problematico per tutti.

    1. mah…secondo me sono notizie per riempire il vuoto lasciato dal rugby giocato in estate. Potrebbe anche succedere quello che dicono, poi visto anche l impatto di Cheetahs e Kings quest anno, perchè no…
      Che mi dici invece del canale irlandese che trasmetterà il campionato dal prossimo anno? Hanno annunciato che le trasmetteranno tutte, è possibile vedere il canale sul pc?

      1. Tutti gli accordi scadono dopo il Mondiale e non escuderei alcuna cosa, la voglia di espandere per avere piu’ soldi ce l’hanno tutti. Il SR guarda agli USA, cosa che invece la CL non fa piu’, i SAF hanno gia’ messo un piede in CL e la mossa di Rassie e Roux nel board non e’ tanto perche’ qualcuno ci deve essere che allora non serviva CT e CEO ma potevano metterci una figuara meno di psicco.
        Il rugby e’ in movimento come e’ niormale che sia per uno sport diventato pro da una ventina d’anni e che deve attrarre nuovi mercati.

        eirsport: una delle costole della fu setanta,. Si sapeva da mesi che avevano preso loro i diritti e pagando tanto, offerta enorme perche’ essendosid assicurati i prossimi Mondiali devono quindi metter su un prodotto rugby per guidare gli abbonamenti per l’evento. In IRlanda e’ con loro che si prende anche BT quindi tra PRemier, Pro 14 e dal prossimo anno in esclusiva la CC a cui ci si possono aggiungere i TM dell’ITalia, della Francia e qualche altro TM sparso…ottimo pacchetto rugby, con Sky che ormai ha solo SR un po’ di T14 e qualche TM. Sul web troverai i soliti streaming.

Rispondi