Italia: ufficiale, niente Accademia a Treviso

Una delibera presidenziale ufficializza la rinuncia a creare una seconda Accademia Under 20.

Era ormai certo, ma ora è nero su bianco. La delibera firmata da Alfredo Gavazzi che annulla i playoff promozione della Serie B, promuovendo di fatto otto squadre in Serie A cancella l’ipotesi – almeno per quest’anno – di una seconda Accademia federale con sede a Treviso e legata alla Benetton.

Quest’anno, infatti, le promozioni previste in Serie A erano sette, con l’ottava squadra che doveva essere la nuova Accademia federale. Come si legge, però, nella delibera presidenziale “la condizione per costituire una seconda Accademia Nazionale non si realizzerà nella prossima stagione sportiva” e, dunque, si libera un posto in Serie A per l’ultima delle seconde classificate nei quattro gironi, annullando così la necessità dei playoff.

Insomma, ora è ufficiale che una delle condizioni poste dalla Benetton Treviso per proseguire l’avventura celtica – cioè avere un’Accademia Under 20 – almeno per quest’anno salta. Con tutti i dubbi sul futuro che, ovviamente, crescono.

11 commenti su “Italia: ufficiale, niente Accademia a Treviso

  1. La parte interessante e’ nell’ultimo paragrafo…Treviso aveva l’;accademia come condizione per restare nel PRo 14, cosa faranno ora? Incarteranno e metteranno in tasca o si faranno sentire?

  2. Per quest’anno non si fa e si sapeva da parecchio tempo ufficiosamente, per il prossimo se la Federazione non sta bene a finanze, potrebbero scegliere un compromesso , mettere il 50% ciascuno Federazione e Benetton del budget necessario. Per il pro 14 immagino che Benetton si farà sentire ma che alla fine se non ci saranno le condizioni , continuerà ugualmente.

  3. Ovviamente nessuno chiederà mai allo scarabeo di giustificare il provvedimento e di dar conto dei suoi sobbalzi cerebrali.
    D’altra parte “facciamo l’accademia a Treviso” ci sta bene nel podio delle minchiate politiche a fianco dell’aboliamo la Fornero e del reddito di cittadinanza

  4. Ma perché una squadra come Treviso dovrebbe farsi costruire l Accademia dalla federazione? Questa è una che non capirò, e considerare la presenza in Celtic solo perché non si è ottenuta una cosa mi pare un po’ pretestuoso

    1. Scusa Ian perche’ le Gallesi non hanno messo le condizioni alla wRU due-tre anni fa? Come si e’ arrivati ai contratti duali? Come si e’ arrivati a quanto la WRU passa a loro? Vogliamo poi discutere ddelle condizioni che le quattro regioni misero alla WRU quando inizio’ una discussione sui London welsh? Il veto che le 4 Regioni msiero a passare una qualsiasi fetta dei fondi stabiliti per loro 4 ai Welsh in caso?

      E’ cosi’ se la federazione chiede ad un privato di partecipare c’e’ una trattativa e ci sono condizioni poste da una parte e dall’altra…non per difendere Treviso specificatamente, ma e’ cosi’ anche nell’altro paese dove i privati si fanno carico di parte della partecipazione.

      1. E non ti bastano 4 milioni come accordo? Veramente Treviso dovrebbe ancora fidarsi di questa federazione?
        A livello rugbistico Treviso non è una cattedrale nel deserto, hanno un U18 elite che ottiene buoni risultati, mandali in prestito in qualche società di A e continua a monitorarli o a richiamarlo settimanalmente per qualche allenamento congiunto con la prima squadra…se poi vogliono i migliori prospetti veneti, senza metterci la faccia ma facendo fare tutto alla federazione, quello è un altro discorso…ma prima o poi la questione veneta deve essere risolta…concludo, vogliono un Accademia, bene, si affrettino a comprare il titolo del Mogliano, prima che ci arrivi Colorno…
        Treviso è in questo momento il Club per il eccellenza in Italia, non mi aspetto moine o robe simili, ma solamente una programmazione e progettazione da club europeo

Rispondi