Test Match: fischietti azzurri spuntati

Il Grillotalpa, aka Paolo Wilhelm, parla dell’assenza di arbitri italiani a livello internazionale. Un problema politico.

Le partite sono 28, da Sudafrica-Galles del 2 giugno al RFK Stadium di Washington DC fino a Canada-USA del 23 dello stesso mese, da giocare in sede ancora da destinarsi. In mezzo c’è di tutto: l’Italia che affronta due volte il Giappone, All Blacks-Francia, Argentina-Scozia, Australia-Irlanda, Fiji-Georgia e molte altre. Insomma, il programma di giugno dei test-match è al solito ricco e interessante. Ogni partita vedrà la presenza – ovviamente – di un arbitro, di due assistenti e un addetto al TMO. Una squadra di 4 fischietti, moltiplicata per 28 fa in tutto 112. Spazio per tutti, in teoria. Uso la parola “teoria” perché in realtà tra i fischietti non c’è nessun italiano: arbitro, assistenti e TMO. Zero.

Un’assenza preoccupante e che sottolinea la mancanza di peso politico del FIR nel consesso internazionale, che non voglio credere che il nostro movimento non riesca a produrre un solo arbitro all’altezza del ruolo di TMO o guardalinee, che non possa essere inserito nel panel fosse solo per gare di tier 2. Mica tanti, solo uno. Continua a leggere su Il Grillotalpa.

7 commenti su “Test Match: fischietti azzurri spuntati

  1. Non condivido molto il pezzo di Paolo oggi, il peso politico conta poco, contano le prestazioni e della qualita’ degli arbitri. “non voglio credere che il nostro movimento non riesca a produrre un solo arbitro all’altezza del ruolo di TMO o guardalinee” non volerci credere e’ una scelta che puo’ fare ma pero’ allora andrebbero fatti dei niomi in base alle prestazioni che meriterebbero, io non ne vedo…come non ne vedo di scozzesi e non e’ mal comune mezzo gaudio, se non ci sono non ci sono.

    Tra le altre cosee non funziona neanche 4 fischeitti 28 partite = 112 occasioni, viene come sempre scelto un gruppo di arbitri a cui far fare il mese ruotandoli tra capo arbitri ed assistente.
    Ultima ma importantissima cosa si cerca di tenere la stessa terna facendo fare ad ognuno una partita da capo arbitro e due da assistente. Questione anche di costi, se ogni settimana devo far viaggiare 4 arbitri da altra parte spendo un botto di piu’ che se tengo quei 3 arbitri in quel posto.
    Nelle serie a 3 questo sistema serve anche per mantenere una certa consistenza .

    Van der Westhuizen, Gauzere e Williams quindi si ruoteranno nella serie Australia v Irlanda
    JAckson Poite ed O’Keefe in Sud africa v Inghilterra
    Pearce, Ganrdenr e Lacy si ruotranno in 2 di AB v Francia con Cooper che subentrera’ al solo Pearce nella terza mentre Gardener e Lacey rimangono.
    Owens, Briant e PErry si faranno le 3 del Giappone
    Brace, Peyper e Raynal si faranno le 3 dell’Argentina

    Mi sembra abbastanza logica la cosa.

  2. Forse non è tanto il problema se ci sono o meno, ma la domanda è cosa si è fatto in questi anni per far crescere la classe arbitrale…i malumori ci sono e pure tanti, legate magari a rimborsi che non sempre arrivano puntuali, oppure al fatto di spingere tizio piuttosto che caio…non a caso è nata un associazione parallela a rappresentare una classe vitale per il gioco ma forse non idoneamente tenuta in considerazione…
    Se proprio di politica si vuol parlare, più che nei TM, fossi nella federazione cercherei di fare la voce grossa nel Pro14, cercando di ottenere un numero minimo di partite da far arbitrare ai fischietti italiani, è vero che il monopolio è in mano agli irlandesi, ma ormai che Lacey ha raggiunto le 100 designazioni, magari sarebbe il caso di far avanzare qualche giovane in più…siamo rappresentati da Mitrea, ma se lo fai arbitrare una volta ogni tot, diciamo che perde il ritmo ed è più facile che faccia prestazioni non soddisfacenti come l ultima in Munster-Scarlets…e proprio il Pro14 di una svolta dal punto di vista arbitrale ne avrebbe proprio bisogno…

    1. https://www.pro14rugby.org/referees/
      Questo il Panel del Pro 14.

      1 Italiano: Mitrea
      1 Scozzese: Adamson
      2 Sud Africani: Immelman e Berry
      4 Gallesi: Ownes, Jones, Davies, Whitehouse
      5 Irlandesi: LAcey, Clancy, Brace, Wilkinson, Murphy

      PArlare di monpolio per un arbitro in piu’ del Galles mi sembra quanto mai spropositato

      1. PEr gli scozzesi c’e’ anche Lloyd Linton
        PEr i Gallesi Craig Evans
        Per l’IRlanda Sean gallagher

        Questi hanno arbitrato piu’ di una aprtita questa stagione ma non sono usati regolarmente come capi arbitri.

        Joy Neville (la ragazza della IRFU) ha ad oggi arbitrato una sola aprtita come lo scozzese Sam Grove White

Rispondi