Pro 14: Le Zebre lottano, ma Leinster passa

Si è conclusa a Dublino la sfida tra i bianconeri e gli irlandesi che conquistano il bonus.

Iniziano con il piede sull’acceleratore le Zebre, che nei primi minuti del match a Dublino fanno la partita, mettono sotto pressione il Leinster, obbligando anche Jamison Gibson-Park a un errore al piede. Bianconeri, dunque, che si posizionano nella metà campo irlandese nei primi 5 minuti, ma non concretizzano. Così, quando il Leinster cambia passo al 12’, prima Minozzi salva una meta già fatta, poi dalla seguente touche arriva la meta di James Lowe. Insistono i dubliners, ma le Zebre difendono con ordine, liberano i loro 22 e chiudono il primo quarto di gioco provando a ritornare in zona d’attacco.

Insiste, però, il Leinster in attacco, anche se fatica a trovare varchi vincenti nella difesa bianconera. Zebre che dopo la mezzora ritrovano la spinta positiva, costruiscono una buona azione, obbligano gli irlandesi al fallo, si portano vicino alla linea di meta e, al 34’, sembra schiacciare sul palo con Violi, ma il TMO non dà la meta e Canna trasforma solo il vantaggio. Immediata, però, la reazione dei padroni di casa che sorprendono le Zebre con una bella e veloce azione che si conclude con la meta di Rory O’Loughlin al 36’. Si chiude, così, sul 12-3 il primo tempo della partita.

Se le Zebre avevano resistito quasi un tempo, bastano 40 secondi al Leinster per segnare la terza meta e scappare via appena iniziata la ripresa. E’ Max Deegan a sfondare per il 17-3. Le Zebre, però, non vogliono arrendersi così presto e si riportano in attacco, ma ottengono solo un piazzato che Carlo Canna trasforma al 52’. Allo scoccare dell’ora di gioco il Leinster trova la meta del bonus con un bel gioco al largo finalizzato ancora da Deegan e Dubliners che vanno sul 24-6. Arriva anche la quinta meta, con Lowe, al 69’, quando Minozzi non riesce in un intercetto difficilissimo. Ormai le Zebre sono ko e poco dopo arriva la nuova meta dei padroni di casa, questa volta firmata Vakh Abdaladze. Il divario diventa troppo pesante per delle Zebre che hanno comunque lottato un’ora con il Leinster e al 78’ va in meta anche il tallontatore di riserva Bryan Byrne.

LEINSTER – ZEBRE 41-6

Sabato 7 aprile, ore 15.00 – RDS Arena, Dublino
Leinster: 15 Barry Daly, 14 Adam Byrne, 13 Rory O’Loughlin, 12 Conor O’Brien, 11 James Lowe, 10 Ross Byrne, 9 Jamison Gibson-Park, 8 Max Deegan, 7 Dan Leavy, 6 Josh Murphy, 5 Mick Kearney, 4 Devin Toner, 3 Tadhg Furlong, 2 James Tracy, 1 Cian Healy
In panchina: 16 Bryan Byrne, 17 Peter Dooley, 18 Vakh Abdaladze, 19 Ross Molony, 20 Peadar Timmins, 21 Nick McCarthy, 22 Ciarán Frawley, 23 Gavin Mullin
Zebre: 15 Matteo Minozzi, 14 Gabriele Di Giulio, 13 Giulio Bisegni, 12 Faialaga Afamasaga, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 David Sisi, 7 Jacopo Sarto, 6 Valerio Bernabò, 5 George Biagi, 4 Leonard Krumov, 3 Dario Chistolini, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Roberto Tenga, 17 Andrea De Marchi, 18 Cruze Ah-Nau, 19 Eduardo Bello, 20 Luhandre Luus, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Serafin Bordoli, 23 Giovanbattista Venditti
Arbitro: Ian Davies
Marcatori: 13’ m. Lowe tr. Byrne, 34’ cp. Canna, 36’ m. O’Loughlin, 41’ m. Deegan, 52’ cp. Canna, 60’ m. Deefan tr. Byrne, 69’ m. Lowe tr. Byrne, 72’ m. Abdaladze tr. Byrne, 78’ m. B.Byrne

Foto – Instagram/leinsterrugby

Rispondi