Champions Cup: Leinster, è tripletta celtica

Si sono chiusi con il successo dei dubliners sui Saracens i quarti di finale di Coppa Europa.

Saranno Racing 92-Munster e Leinster-Scarlets le semifinali di Champions Cup. All’Aviva Stadium resistono un tempo i Saracens, che con il piede di Owen Farrell rispondono alla meta di Garry Ringrose dopo soli 4 minuti. Ma gli inglesi non sembrano mai veramente in grado di far paura al Leinster e quando a inizio ripresa è Dan Leavy (47′) ad allungare i giochi sono presto fatti. A mettere il sigillo ci pensa al 58′ James Lowe e la meta di Blair Cowan al 64′ serve solo a rendere meno pesante il passivo per i Saracens. Si ferma, dunque, qui la corsa al terzo successo continentale consecutivo dei Saracens, mentre un anno dopo i dubliners avranno nuovamente la chance per conquistare la finale di Champions Cup

LEINSTER – SARACENS 30-19

Domenica 1 aprile, ore 16.30 – Aviva Stadium, Dublino
Leinster: 15 Rob Kearney, 14 Fergus McFadden, 13 Garry Ringrose, 12 Isa Nacewa, 11 James Lowe, 10 Johnny Sexton, 9 Luke McGrath, 8 Jordi Murphy, 7 Dan Leavy, 6 Scott Fardy, 5 James Ryan, 4 Devin Toner, 3 Tadhg Furlong, 2 Seán Cronin, 1 Cian Healy
In panchina: 16 James Tracy, 17 Jack McGrath, 18 Andrew Porter, 19 Rhys Ruddock, 20 Max Deegan, 21 Nick McCarthy, 22 Joey Carbery, 23 Rory O’Loughlin
Saracens: 15 Alex Goode, 14 Liam Williams, 13 Marcelo Bosch, 12 Brad Barritt, 11 Sean Maitland, 10 Owen Farrell, 9 Richard Wigglesworth, 8 Jackson Wray, 7 Schalk Burger, 6 Nick Isiekwe, 5 George Kruis, 4 Maro Itoje, 3 Juan Figallo, 2 Jamie George, 1 Mako Vunipola
In panchina: 16 Schalk Brits, 17 Richard Barrington, 18 Titi Lamositele, 19 Dominic Day, 20 Blair Cowan, 21 Ben Spencer, 22 Alex Lozowski, 23 Chris Wyles
Arbitro: Jérôme Garcès

Foto – Instagram/leinsterrugby

2 commenti su “Champions Cup: Leinster, è tripletta celtica

  1. Outplayed, c’è poco da dire, questo sono stati i Sarries. Che se poi si mettono pure a pasticciare quando altre volte han punito l’avversario., be allora niente da fare…
    Lo scambio Levy-Ryan-Levy (giustamente MoM) per la seconda meta Leinster è una gran cosa, davvero (ora vaglielo a dire a Levy che SOB e VdF sarebbero prima di lui per quella maglia…)
    Certo che vedere Heaslip a bordocampo, quando dovrebbe stare con la sua 8 sulle spalle, fa male.

  2. Granidssima partita e giornata di rugby all’Aviva.
    Momento toccante all’inizio con Jamie che saluta il pubblico, una bandiera che viene ammainata per forza fa sempre male.

    Partenza puona del Leinster che trova subitro una emta con una gran giocata di Lowe, poi piano piano pero’ iniziamo a soffrire la fisicita’ dei Saracens sia nei martellamenti degli avanti sia quando allargano specialmente dal alto di McFadden dove ogni tanto Ringorse e’ legegrmente in ritardo. Concediamo qualche punizione di troppo e i Saracens prendono fiducia, ma la nostra bravura sta nel non perdere mai la testa e continuare a credere nel piano. Cosi’ riusciamo a rispondere ai colpi inglesi coi nostri, prendiamo le nostre punizioni e le segniamo. Nel finale del primo tempo impressionante la difesa nei nsotri 22 che enga agli inglesi la meta.
    Si arriva all’intervallo cosi’ punteggio che rispecchia l’equilibrio del match, con gli inlgesi che giocano la maggior parte del possesso ma noi che tutto sommato difendiamo bene.
    Primi 20 minuti del secondo tempo dove spacchiamo la partita. Prendiamo le redini del gioco ed iniziamo ad affondare ottimi colpi, a trovare bei break ed a prendere il controllo dei BD. Troviamo un 17-0 che spezza in due la aprtita, con gli avanti che fanno veramente un grandissimo lavoro in quei 20 minuti ed i 3/4 che danno un buon supporto. Preso il largo gli inglesi reagiscono e provano a rientrare in aprtita, noi sbagliamo forse pensando di provare a gestirla solo difensivamente senza giocare alcuni possessi ma calciandoli via qualche volta anche molto malamente, ma alla fine tra la nostra difesa e qualche errore Saracens (errori forzati pero’ dall’ottima difesa, gli inglesi han dovuto iniziare a forzare perche’ se no non avanzavano) la chiudiamo e portiamo a casa.

    Leavy MoM meritatissimoa, e con lui io ci metto anche James e non solo per il duetto nella meta ma per il lavoro che entrambi hanno fatto tutta la aprtita. Fardy e Furlong anche grandi prestazioni. Dietro NAcewa-Ringrsoe in difesa hanno ballato un po’ troppo, l’assenza di Henshaw oggi si e; visto quanto pesa, Lowe in attacco fa sempre il suo ed oggi anche in difesa ho visto netti miglioramente e meno sbavature.

    Un paio di note: la caccia a Sexton nel primo tempo degli inglesi e’ stata ignobile, 3 placcaggi nettamente in ritardo di cui due spallate in faccia (una di sicuro l’altra devo rivederla se era una spallata piena, allo stadio mi e’ sembrato cosi’). Nel secondo tempo Liam williams e McFadden dovevano venir mandati fuori per HIA. C’e’ poco da fare simposi e forum sulle concussion coi medici se poi in campo si accetta prima la caccia all’uomo e poi non si mandano giocatori a farsi vedere dopo aver tramvate in testa e faccia non da poco…per quanto dovute a sfiga perche; sivolati eo andati male al placcaggio.

    Semi con gli Scarlets…li temo e molto, come detto l’altro giorno impressione che come la scorsa stagione il loro picco atletico e di performance stia arrivando adesso.

Rispondi