Champions Cup: ora si fa sul serio

Iniziano questa sera i quarti di finale della coppa europea di rugby per club. Ecco il programma.

Parte questa sera con il match tra Scarlets e La Rochelle la fase a eliminazione diretta della Champions Cup di rugby. In campo stasera due squadre con grandi velleità di vittoria, due outsider di lusso che puntano a conquistare un posto in semifinale. Domani, invece, partita tra due big del rugby europeo, con il Munster che ospita il Tolone in una delle sfide più attese del weekend.

Doppio appuntamento finale domenica, poi, quando prima sempre in Irlanda il Leinster ospita gli inglesi Saracens, campioni in carica e che puntano al terzo titolo consecutivo. A seguire derby francese tra un Clermont in crisi nel Top 14 e che punta tutto sulla Champions Cup e i parigini del Racing 92, lanciatissimi invece anche in campionato.

CHAMPIONS CUP – QUARTI DI FINALE

Scarlets – La Rochelle
Munster – Tolone
Leinster – Saracens
Clermont – Racing 92

Foto – Instagram/europeanrugbychampionscup

2 commenti su “Champions Cup: ora si fa sul serio

  1. Senza dubbio il gran giorno per un intera regione, tutto pronto e stadio esaurito, si aspettano 15k spettatori per quella che è la gara più attesa da 11 anni..La formazione è quella tipo considerando gli infortuni. Due squadre che giocano un rugby speculare, fatto di tanta corsa, possessi prolungati e pochi palloni calciati via…
    L aspetto che più mi preoccupa è la fisicità degli avanti di La Rochelle, si potrebbe soffrire in mischia chiusa dove Priso e Atonio sono due bisonti che alla lunga potrebbero logorare sia Lee che Evans..certo è che se si riuscisse a riproporre i primi 20 minuti contro Munster per tutta la partita, le possibilità di vittoria sarebbero molto più alte, oltre che il fattore casa sarà determinante…
    Una gara da dentro e fuori, quelle che piacciono agli Scarlets, dove ci si sente parte del rugby che conta. A differenza della scorsa stagione ci potrebbe essere un maggiore logorio fisico, l anno scorso non c erano tutti questi convocati con il Galles, alla lunga paghi dazio..
    Fuori dal campo arrivano buone notizie, il debito diminuisce ed entro il 2022 potrebbe essere estinto…sarà un lungo countdown fino alle 18,30.
    Scarlets: 15 Leigh Halfpenny, 14 Paul Asquith, 13 Scott Williams, 12 Hadleigh Parkes, 11 Steff Evans, 10 Rhys Patchell, 9 Gareth Davies, 8 John Barclay, 7 James Davies, 6 Aaron Shingler, 5 David Bulbring, 4 Tadhg Beirne, 3 Samson Lee, 2 Ken Owens (c), 1 Rob Evans
    Replacements: 16 Ryan Elias, 17 Dylan Evans, 18 Werner Kruger, 19 Lewis Rawlins, 20 Will Boyde, 21 Aled Davies, 22 Dan Jones, 23 Josh Macleod

    La Rochelle: 15 Charles Bouldoire, 14 Vincent Rattez, 13 Arthur Retiere, 12 Pierre Aguillon, 11 Steeve Barry, 10 Jérémy Sinzelle, 9 Alexi Bales, 8 Afa Amosa, 7 Zeno Kieft, 6 Levani Botia, 5 Mathieu Tanguy, 4 Romain Sazy, 3 Uini Atonio, 2 Pierre Bourgarit, 1 Dany Priso
    Replacements: 16 Hikairo Forbes, 17 Kamaliele Tufele, 18 Mohamed Boughanmi, 19 Gregory Lamboley, 20 Kevin Gourdon, 21 Tawera Kerr-Barlow, 22 Benjamin Noble, 23 Pierre Boudehent

  2. Assenza di Vito ne La Rochelle pesnatissima, nella fase a gironi l’ex All Blacks si era fatto sentire e distinto come uno dei migliori, ed il fatto che non sara’ della aprtita pesa moltissimo. La Rochelle che si e’ fatto trovare prontissimo in Champions Cup ma che ha anche saputo ben sfruttare le stagioni non eccelse di Ulster e Wasps.

    Scontro in mischia interessantissimo, le due prime linee sono molto performanti entrambe ed hanno seconde linee in grado di supportare la afse di spinta egregiamente. La aprtita li’ sara’ importantissima. Sui ineouts per me gli Scarlets hanno qualcosa di piu’ anche nella capacita’ di disturbare i lanci avversari.
    Sui BD anche penso i Gallesi ne abbiano di piu’…Beirne, Shingles, Cubby, Barclay sono degli animali molto abili a giocare sulle linee del regolamento, e questo e’ un complimento.
    Gli scarlets dovranno mostrare il meglio del alvoro difensivo, sui BD e sulle salite difensive, se ci riusciranno e manterranno quell’intensita’ che hanno dimostrato di poter mantenere secondo me la porteranno a casa senza troppi affani. La Rochelle dalla sua ha sicuramente meno pressione, il risultato raggiunto e’ gia’ da incorniciare e potrebbero sfruttare questa maggior “leggerezza”. Si sa che osn pericolosissimi se riescono a far salire di ritmo il gioco ed hanno una mishcia che puo’ competere ad altissimi livelli.

    Per le altre…si aspettano le formazioni

Rispondi