Eccellenza: tante parole, ma nei fatti il nulla

Il Grillotalpa, aka Paolo Wilhelm, fa il punto della situazione del rugby italiano. Tra le parole di Gavazzi e i fatti davanti a tutti.

“Il campionato di Eccellenza è per me un passaggio di maturazione”. “Verificare per 2 o 3 anni questi ragazzi in Eccellenza ti fanno vedere se questi ragazzi hanno i numeri per poter fare un salto in più”. “Gli altri posti sono altri posti, noi siamo italiani e abbiamo questo dna, questa costituzione e questo modo di essere”.

Questo è il Gavazzi-pensiero sulla formazione dei nostri giocatori più giovani esplicitato nell’intervista video realizzata da The Rugby Channel che trovate al termine di questo articolo e che è stata realizzato al termine di italia-Scozia, gara che ha chiuso il nostro Sei Nazioni 2018. Parole non nuove: in effetti vengono ripetute più o meno ad ogni cerimonia di presentazione del nostro massimo campionato nazionale. E nelle conferenze stampa che che precedono la finalissima del campionato. E sulle parole in sé avrei poco da dire, il problema è che rimangono tali. Continuate a leggere su Il Grillotalpa.

Rispondi