Romania: dopo i Mondiali conquistati si dimette lo staff tecnico

Lynn Howells si è dimesso per i pessimi rapporti con la federazione. Se ne va anche Massimo Cuttitta.

Una qualificazione mondiale arrivata tra mille polemiche, con la Spagna che ha chiesto di ripetere il match contro il Belgio che è costato agli iberici la qualificazione a Giappone 2019 e ha regalato alla Romania il passo iridato. Ma nonostante ciò lo staff tecnico della Romania ha rassegnato le dimissioni.

Ad andarsene, dunque, l’head coach Lynn Howells, seguito dai suoi assistenti, a partire da Mouse Cuttitta. “Abbiamo lavorato benissimo con i giocatori, ma non con la federazione. Hanno trattato malissimo Lynn e per questo se ne è andato – ha detto a R1823 Cuttitta –. Per coerenza e rispetto nei suoi confronti ci siamo dimessi anche noi”. C’entrano anche le polemiche su come è arrivata la qualificazione mondiale? “Anche” dice Cuttitta. La Romania, dunque, si qualifica ai Mondiali, ma a un anno e mezzo dall’appuntamento iridato è senza staff tecnico.

Foto – Instagram/rugbyromania

10 commenti su “Romania: dopo i Mondiali conquistati si dimette lo staff tecnico

  1. ecco, questo sarebbe il momento buono per sostituire De Carli, che non mi ha mai entusiasmato, con Maus.
    Sogni legati alle idi di marzo appena passate.

  2. c’è una lista di proscritti? (ricordo bene che il licenziamento di V. Munari fu una delle condizioni imposte alla Benetton per accedere alle sovvenzioni federali), mi piacerebbe conoscere qualche altro nome, ma soprattutto perché ne fanno parte…

  3. España no pide favores, pide justicia. La plaza mundialista fue robada por Rumanía. Por dignidad, valores y rugby apoyo a los leones españoles.

    1. Nacho…
      En el rugby no hay árbitro neutral.
      Todos estaríamos de tu lado si los jugadores españoles no hubieran tratado de atacar al árbitro. Has ido al lado equivocado. Para mí, todos descalificados de por vida. (google translate)

  4. Ci sono i tempi della semina e quelli per la raccolta e anche i drive scozzesi, che ci hanno distrutto, provengono dal lavoro fatto da Massimo. Basta con le politiche dei “no ai capitani”, se sono biondi si altrimenti no, muti e sordi sono meglio. Ho sempre apprezzato Ciccio De Carli ma, non solo per mancanza di materiale umano, non è brillantissimo il lavoro che sta sbrigando. Ho l’impressione che Conor sia piuttosto “conservativo” e arriverà a fine “mandato” con lo stesso staff. Ho già scritto che, finito il 6N, si dovrebbe tirare la riga e fare i conteggi. E’ la somma che fa il totale! Di conseguenza

Rispondi