Francia, doppio trionfo tra femminile e juniores

Si è concluso ieri sera il Torneo juniores con i tre match della quinta giornata. Gli azzurrini chiudono al quarto posto.

Si è giocato punto a punto il titolo 2018 del NatWest 6 Nazioni 2018 Under 20. Se nel pomeriggio l’Italia ha trionfato contro la Scozia, conquistando così un meritatissimo quarto posto finale, in serata sfida a distanza tra Francia e Inghilterra per il titolo. Appaiate a inizio serata, le due formazioni hanno vinto i rispettivi match contro Galles e Irlanda, ma l’Inghilterra ha chiuso con largo anticipo la pratica bonus, obbligando i giovani francesi a puntare alla quarta meta. Meta che arriva al 65′ con Jules Gimbert e Francia che si laurea campione grazie alla differenza punti.

UNDER 20 – QUINTA GIORNATA

Italia – Scozia 45-31
Galles – Francia 3-24
Inghilterra – Irlanda 48-15

UNDER 20 – CLASSIFICA

Francia,  Inghilterra 20; Irlanda 12; Italia 11; Galles 10; Scozia 7

Aspettando la sfida di domenica tra Italia e Scozia, si è deciso anche il torneo femminile del 6 Nazioni 2018. Favorita d’obbligo la Francia che vincendo 38-3 in terra gallese non solo vince il Torneo, ma si porta a casa anche il Grande Slam. Non basta alle inglesi la netta vittoria sull’Irlanda (33-11), con i tre punti di distacco della vigilia che restano immutati. Francia, dunque, che trionfa tra le donne e gli Under 20, mentre le azzurre guidate da Sara Barattin domenica hanno l’occasione di bissare il quarto posto dei juniores, magari affiancando l’Irlanda che, però, sale sul podio per il netto vantaggio nella differenza punti.

SEI NAZIONI FEMMINILE – QUINTA GIORNATA

Inghilterra – Irlanda 33-11
Galles – Francia 3-38
Italia – Scozia domenica

SEI NAZIONI FEMMINILE – CLASSIFICA

Francia 24; Inghilterra 21; Irlanda 10; Galles, Scozia, Italia 5

Foto – Instagram/FFRugby

2 commenti su “Francia, doppio trionfo tra femminile e juniores

  1. Torneo U20 molto strano. Npon ho visto tutte le partite ma in quelle che ho visto non ho visto uno squadrone come continuita’ di performance.
    La Francia mi aveva impressionato molto nel pack e nel 10 nelle prime 3 ma con l’Inghilterra e’ uscita ridmensionata. Inghilterra che ha chiuso il torneo egregiamente ma nelle prime 3 non ha impressionato ed e’ incappata in una sconfitta contro una Scozia che non mi e’ sembrata gran cosa. Simile Irlanda e Galles…squadre buone ma non chissa’ cosa.

    Italia che mi aveva impressionato qua a Dublino e prima che qualcuno dopo la aprtita di donnybrook scrissi: “La U20 azzurra ieri mi e’ piciuta parecchio, per me e’ meglio di quella dell’anno scorso. Rizzi devo dire che non e’ niente male, deve migliorare alcune letture ma ha buona tecnica e skill ed anche il mm titolare non e’ niente male. Pack come sempre molto potente.” Si e’ confermata nei risultati cosi’ nonostante la strapazzata presa in Francia.

    In vista JWC con risultati cosi’ altalenanti (e si conferma la mia sensazione degli utimi 3-4 anni che con la crescita del JWC dal punto di vista mediatico, sponsor, visibilita’ il 6N di categoria sia gestito come test in vista del torneo piu’ importante) difficile dire come le Europee si comporteranno anche perche’ le U”0 Australi non si sono ancora viste. La Francia di certo ha un pack impressionante per potenza ma anche competenze tecniche, giocheranno in casa quindi sono da tenere d’occhio. L’Inghilterra e’ da capire se e’ quella di inizio torneo o quella delle ultime 2 partite….Dr Jeckill e Mr Hyde. L’IRlanda non ha stelle se non forse O’Sullivan all’8 e Curtis al 12 sembra molto interessante, ha mostrato un buon attacco ma si sfalda in difesa facilmente e soprattutto non sembra avere piu’ di 60 minuti nel serbatorio. Italia detto sopra. Scozia visti solo qua come il Galles non posso dire molto ma non son sembrate squadre impressionanti.

    Rugby Femminile: il gap tra chi fa professionismo anche tra le ragazze e chi no e’ sotto gli occhi di tutti, e forse e’ riassunto al meglio da come l’Irlanda post Mondiale opsitato e taglio massiccio dei fondi per le ragazze, un CT part time sia regredita…

  2. io, viste le aspettative, mi immagino che contenti che saranno in fed inglese, partiti per fare bottino pieno e finiti senza neanche le proverbiali mosche, in mano

Rispondi