6 Nazioni: Scozia, facce nuove per l’Italia

Gregor Townsend ha ampliato la rosa della Scozia con diversi nuovi arrivi.

Sfumato il sogno 6 Nazioni, spazio a un po’ di sperimentazioni. Almeno nel camp, poi vedremo che succederà a Roma sabato prossimo. Per la sfida con l’Italia, infatti, Gregor Townsend ha inserito in squadra Scott Cummings, Matt Fagerson, Adam Hastings e Richie Vernon, tutti esclusi sino a ora nel Torneo.

SCOZIA – convocati

Avanti: John Barclay (Scarlets), Simon Berghan (Edinburgh Rugby), Jamie Bhatti (Glasgow Warriors), Fraser Brown (Glasgow Warriors), Scott Cummings (Glasgow Warriors), David Denton (Worcester Warriors), Zander Fagerson (Glasgow Warriors), Matt Fagerson (Glasgow Warriors), Grant Gilchrist (Edinburgh Rugby), Jonny Gray (Glasgow Warriors), Richie Gray (Toulouse), Luke Hamilton (Leicester Tigers), Scott Lawson (Newcastle Falcons), Darryl Marfo (Edinburgh Rugby), Stuart McInally (Edinburgh Rugby), Willem Nel (Edinburgh Rugby), Gordon Reid (London Irish), Tim Swinson (Glasgow Warriors), Hamish Watson (Edinburgh Rugby), Ryan Wilson (Glasgow Warriors)
Trequarti: Nick Grigg (Glasgow Warriors), Chris Harris (Newcastle Falcons), Adam Hastings (Glasgow Warriors), Stuart Hogg (Glasgow Warriors), George Horne (Glasgow Warriors), Pete Horne (Glasgow Warriors), Ruaridh Jackson (Glasgow Warriors), Huw Jones (Glasgow Warriors), Lee Jones (Glasgow Warriors), Blair Kinghorn (Edinburgh Rugby), Greig Laidlaw (Clermont Auvergne), Sean Maitland (Saracens), Byron McGuigan (Sale Sharks), Ali Price (Glasgow Warriors), Finn Russell (Glasgow Warriors), Matt Scott (Gloucester), Tommy Seymour (Glasgow Warriors), Richie Vernon (Glasgow Warriors)

15 commenti su “6 Nazioni: Scozia, facce nuove per l’Italia

  1. ormai siamo alle comiche finali: siamo sulla buona strada affinché tornino a schierarci contro la A e a negarci il cap…

    1. non prenderlo sul personale, proprio perchè è per chiaccherare, vediamo quanti volti nuovi o uncapped chiamerà il nostro (conta che un paio sono pure usciti malconci)?

  2. la prossima partita è sabato, il torneo non ha più obiettivi alla portata della Scozia ed un tecnico come Townsend usa la partita con noi come un test…
    altri tecnici gli obiettivi li avevano esauriti alla terza giornata ed hanno pensato bene di schierare per la quarta volta la stessa formazione che aveva già sorpreso in negativo nelle prime tre, lasciando in campo gli zombi e facendo fare 10 minuti ai due mediani di riserva… tanto a giugno si va tutti in gita premio in giappone…

  3. Potrebbero anche inviare un telegramma , e risparmiare i soldi della trasferta , ma non sò se i nostri siano in grado di placcare un telegramma .

  4. Io non faccio testo 🙂 sento di essere rimasto solo.
    COS di cambi ne ha fatti assai secondo me in questi due anni, sicuramente alcuni di questi sono stati obbligati da infortuni ma dal 2016 ad oggi ci sono due squadre molto diverse. ( qualche “prediletto” ce l’ha sempre avuto, come ad esempio Allan che se in condizione l’ha sempre preferito a Canna ma per il resto mi è sempre sembrato pronto a cambiare idea ).
    Detto questo, se non ricordo male io, mi è sempre sembrato poco propenso a “cambiare in corso”, se inizia un tour di giugno con un gruppo prova con quelli e così fa lo stesso in un 6 nazioni, anche se qui i cambi sarebbero più semplici da fare.
    Sbagliato ? sicuramente poco italiano 🙂
    Hanno ragione i tifosi ? bhè, c’è da dire che alcuni hanno chiesto dei cambi dopo la partita di Marsiglia e prima della coppia di match finali, e ci può stare, la maggior parte però già dopo il primo match era per la rivoluzione completa proponendo soluzioni spesso fantasiose. No bhè così non ci siamo 🙂

    lo penso che giocando più tempo insieme dovrebbero migliorare certi meccanismi, la mediana su tutto ma anche il resto dei ruoli, poi chiaro anch’io ho visto più dei peggioramenti che miglioramenti. Ma ho visto soprattutto problemi di cilindrata e problemi strutturali che non si risolvono provando 4 giocatori in più o 4 giocatori in meno.
    Era meglio fare un gioco più coraggioso ? I primi 8 minuti di ieri ci abbiamo provato, il Galles ha risposto alla nostra domanda.

    1. Il Galles ha presentato la 2° squadra , ed in 13 contro 15 li hanno spianati .
      Non c’è nulla da difendere , escluso Minozzi ovviamente .
      Una selezione di giocatori provenienti dalla serie B avrebbe sicuramente fatto meglio ieri .
      Questi ragazzi , mi riferisco ad i titolari , hanno offeso pricipalmente la propria dignità , ma hanno offeso tutta l’Italia .
      Questi hanno la fortuna di giocare a rugby e di essere dei PROFESSIONISTI , in una nazione dove un ingegnere poco più grande di loro , se lo sogna lo stipendio che prendono loro , stipendio in parte pagato con le nostre tasse .
      Perciò se decidono di scendere in campo per la nazionale , devono dare tutto quello che hanno in corpo , cosa che non hanno assolutamente fatto ieri , e neanche nelle altre partite .
      Se fossi stato in COS mi sarei preso le mie responsabilità ed avrei dato le dimissioni , ma come baffetto rimane lì attaccato alla “poltrona” , chissà perchè ?

      1. No @Serf, mi spiace ma credo che definire offensiva la prestazione dei nostri atleti sia non solo ingiusto ma anche, mi permetto, superficiale.
        Son certo che tu abbia fatto dello sport, magari hai pure giocato a rugby ed è per questo che mi vien difficile capire come tu possa solo immaginare che ieri gli azzurri non abbian dato tutto, ma proprio tutto, quello che erano in grado di dare anzi, dirò di più, quello che son stati messi in grado di dare.
        Tu credi che, prescindendo persino dalla maglia che indossavano, quegli atleti, in uno stadio gremito, in una delle capitali del rugby dove chiunque avrebbe voluto giocare almeno una volta nella vita, non abbian sputato tutti i pallini che avevano in corpo ?
        Forse, dico forse, qualcuno di loro non era il caso fosse in campo ma non è certo colpa sua se altri lo han messo.
        Forse, dico forse, qualcuno è sembrato che giocasse per la prima volta con quei suoi compagni ma anche in questo caso dubito che gli si possano addossare delle colpe.
        Potrei andare avanti con tanti forse e finirei col dire che, ovviamente forse, queste partite non sono state preparate bene o quantomeno preparate diversamente da come avrebbero dovuto esser preparate.
        Tanti forse e una sola certezza: a quelli che ieri erano in campo a prendersi legnate non si può lanciare l’accusa di non aver dato tutto ma quel tutto è troppo poco.

    2. Allan e violi si sono affiatati tantissimo infatti! Come sulla pallaospedale o si certi stracci che al buon tommy senbrava si essere a casa

  5. Premesso che ho visto niente, 4 nuovi (che poi nuovi non sono) nel gruppone non mi pare vogliano dire granché, tanto meno che ci snobbano. Quanto al resto, mamo dev”essere più o meno vecchio come me e gli faccio volentieri compagnia. Italiani no buoni ecc. forse Mallet non si riferiva ai giocatori.

  6. senza scomodare Bollesan ,Cossara Fedrigo ecc( mi sentirei troppo vecchio) mi basta tornare indietro di 5-7 anni per capire che il tasso tecnico, purtroppo, è drammaticamente in calo e poi,sfiga alla sfiga, quei pochi talenti che abbiamo_Campo e Morisi- sono rotti assieme a Sarto che ,però, non ha una bel rapporto con la maglia azzurra e,last but not least, con il dolore nel cuore si vede che Sergio si sta avviando alla sacrosanta pensione.tanti hanno elogiato i ragazzi della U20 dopo il colpaccio di Cardiff, dimenticando troppo presto il crollo-mentale ?_ contro la Francia.
    speraiamo bene anche se sono sempre più convintyo che COS sia più un ottimo pianificatore -DoR- che uomo di campo.

Rispondi