6 Nazioni: Inghilterra, a Parigi si deve vincere

Appuntamento questo pomeriggio per la seconda sfida di giornata del Torneo.

Hanno giocato 103 sfide incrociate, trionfato in 45 Tornei e vinto 22 Grandi Slam, quindi non è esagerato dire che Francia-Inghilterra sia uno dei più grandi match del rugby mondiale. L’ultima puntata a Parigi ha anche tutti gli ingredienti per un classico, con l’Inghilterra che spera di mantenere vive le sue speranze di vincere il NatWest 6 Nazioni e la Francia che insegue una prima vittoria contro i suoi più grandi rivali in quattro anni. I padroni di casa, sotto la nuova gestione di Jacques Brunel, hanno perso le prime due partite in Irlanda e Scozia, mentre l’Inghilterra ha superato l’Italia e il Galles. Ma nel terzo turno il destino delle due squadre è cambiata quando la Francia ha battuto l’Italia a Marsiglia e l’Inghilterra è caduta nella Calcutta Cup in Scozia.

Eddie Jones ha risposto a questa sconfitta con tre cambi, anche se uno è stato forzato – con il capitano Dylan Hartley escluso per infortunio. Jamie George prende il suo posto in prima linea con Luke Cowan-Dickie degli Exeter Chiefs che entra in panchina, mentre gli altri due cambiamenti riguardano la linea dei trequarti. L’estremo Mike Brown è fuori, con Anthony Watson che passa dall’ala a indossare la maglia numero 15 ed Elliot Daly che torna dall’infortunio per prendere il posto di Watson proprio all’ala. A centro arriva anche Ben Te’o, che sostituisce Jonathan Joseph al numero 13 per schierarsi al fianco del capitano di giornata Owen Farrell.

Al contrario, la Francia ha apportato un solo cambiamento, ma è certamente intrigante – con Francois Trinh-Duc titolare al posto di Lionel Beauxis. Mathieu Bastareaud viene confermato al centro, mentre Geoffrey Doumayrou mantiene il suo posto, preferito a Gael Fickou.

FRANCIA – INGHILTERRA

Sabato 10 marzo, ore 17.45 – Stade de France, Parigi
Francia: 15 Hugo Bonneval, 14 Benjamin Fall, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Geoffrey Doumayrou, 11 Rémy Grosso, 10 François Trinh-Duc, 9 Maxime Machenaud, 8 Marco Tauleigne, 7 Yacouba Camara, 6 Wenceslas Lauret, 5 Sébastien Vahaamahina, 4 Paul Gabrillagues, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhelm Guirado , 1 Jefferson Poirot
In panchina: 16 Adrien Pelissié, 17 Dany Priso, 18 Cedate Gomes Sa, 19 Romain Taofifenua, 20 Kélian Galletier, 21 Baptiste Couilloud, 22 Lionel Beauxis, 23 Gaël Fickou
Inghilterra: 15 Anthony Watson, 14 Jonny May, 13 Ben Te’o, 12 Owen Farrell, 11 Elliot Daly, 10 George Ford, 9 Danny Care, 8 Nathan Hughes, 7 Chris Robshaw, 6 Courtney Lawes, 5 Maro Itoje, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Jamie George, 1 Mako Vunipola
In panchina: 16 Luke Cowan-Dickie, 17 Joe Marler, 18 Kyle Sinckler, 19 James Haskell, 20 Sam Simmonds, 21 Richard Wigglesworth, 22 Jonathan Joseph, 23 Mike Brown
Arbitro: Jaco Peyper

Foto – Six Nations

Rispondi