6 Nazioni: Irlanda, finalmente c’è Ringrose

Joe Schmidt ha annunciato la formazione che sabato sfiderà la Scozia a Dublino.

Torna dopo il lungo stop per infortunio Garry Ringrose e Joe Schmidt lo piazza subito titolare nell’Irlanda al posto dell’infortunato Chris Farrell. E’ il centro uno dei due cambi rispetto al XV che ha battuto il Galles e che affronterà la Scozia in un match che potrebbe già valere il titolo. L’altra novità è Tadhg Furlong in prima linea al posto di Andrew Porter che scala in panchina. Panchina dove si vedono anche Iain Henderson, Jordi Murphy e Jordan Larmour, assenti nel turno precedente.

IRLANDA

15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Johnny Sexton, 9 Conor Murray, 8 CJ Stander, 7 Dan Leavy, 6 Peter O’Mahony, 5 Devin Toner, 4 James Ryan, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best, 1 Cian Healy
In panchina: 16 Sean Cronin, 17 Jack McGrath, 18 Andrew Porter, 19 Iain Henderson, 20 Jordi Murphy, 21 Kieran Marmion, 22 Joey Carbery, 23 Jordan Larmour

Foto – Instagram/irishrugby

Un commento su “6 Nazioni: Irlanda, finalmente c’è Ringrose

  1. Furlong di nuovo a disposizione titolare per una prima linea al completo con McGrath e Porter in pnachina pronti a dare il loro impatto. Sorpresa un po’ in seconda linea dove alla fine conferma Toner contro le aspettative…per me scelta giusta, Toner non avra’ il rendimento di Henderson o Ryan in altri aspetti del gioco ma per i lineouts e’ fondamentale…ed inutile rischiare questo aspetto del gioco contro gli scozzesi.
    Henderson dalla panca poi puo’ portare un impatto non da poco.
    Confermatissima la terza che ha fatto bene, con il solo ritorno in pancha di Jordi Murphy al posto di Conan. Lettura: Murphy e’ piu’ un animale da bd e ruck di Conan, e contro gli scozzesi serve piu’ uno con queste caratteristiche che uno alla Conan, piu’ ball carrier e placcatore ma meno efficace sui bd. Quando si parla di profondita’ di scelte, ecco un esempio, scelgo in base a cosa mi serve. Ah nel frattempo a Llanelli giochera’ finalmente Sean O’Brien.
    Mediane in campo e panca, quelle erano e quelle sono tentu presente McGrath infortunato.
    Al centro come ricorda Duccio ritorna Ringrose. Buona la sgambata coi Kings la scorsa settimana, chiamato a dover non far rimpiangere soprattutto in difesa Henshaw sperando che in attacco riesca a portare comunque quel qualcosa in piu’ che sa portare. Amalgama con Aki da testare e trovare.

    Triangolo confermato con il rientro in panca di Larmour. Prova importantissima per Stockdale che deve fare dei miglioramenti in difesa importanti.

    Partita difficile e che sara’ molto combattuta. L’Irlanda in questo Nazioni ha fatto bene in attacco ma sta faticando piu’ del previsto e del recente passato in difesa. Alcune situazioni nascono da errori indivduali con Stockdale (ma non solo) che han mancato qualche placcaggio di troppo o fatto qualche rrore di posizionamento di troppo per esempio, ma i problemi nascono anche per via del gioco offensivo piu’ “rischioso” od avventuroso che dir si voglia. Spesso i problemi son nati da situazioni di gioco rotto, dopo un break od una serie di fasi in cui l’Irlanda poi ha concesso un turnover e gli avversari han contrattaccato in velocita’. Servira’ stare molto attenti, perche’ proprio nel giocare velocemente i turnover vinti la Scozia puo’ essere letale. Battaglia sui BD decisiva, ed e’ uno dei motivi per chi mi aspettavo Henderson per Toner…sara’ importantissimo evtare gli isolamenti in attacco ed avere supporti a pulire il BD rapidi ed efficaci. La Scozia li’ e’ dove puo’ farci molto male. Anche in difesa, dovremo essere in grado di rallentare il loro giocoe non permettere loro di andare su di giri…e qua temo che l’assenza di Henshaw (uno dei migliori centri sui BD per velocita’ di esecuzione del placcare rialzarsi e contestare) sara’ pesante.

    Set pieces: fino ad ora l’Iralnda in mischia ordinata ha fatto molto bene, calcolando anche che in due occasioni giocava Porter invece di Furlong, e mi aspetto che li’ si reisca ad avere un leggero vantaggio. Sui lineouts mi aspetto invece problemi, gli Scozzesi son bravi a contestare i lineouts avversari con un J Gray ottimo in questo, e noi non abbiamo il piu’ solido dei lanciatori. Servira’ grossa attnezione perche’ la maul avanzante e’ un’arma importante per noi.

Rispondi