6 Nazioni: Galles, turnover per l’Italia

Warren Gatland ha annunciato la formazione che sfiderà gli azzurri domenica pomeriggio a Cardiff.

Cambia tutto, o quasi, Warren Gatland in vista del match di domenica contro l’Italia. Rispetto alla formazione che ha perso a Dublino contro l’Irlanda, infatti, sono tantissime le novità scelte dal coach neozelandese. A estremo troviamo Liam Williams, che si sposta dall’ala, dove invece arriva George North. A centro, poi, arriva Owen Watkin, che conquista il quarto cap. In mediana esordio da titolare in questo Torneo per Gareth Anscombe, con Dan Biggar fuori dai 23 di giornata.

Terza linea rivoluzionata con gli arrivi di Taulupe Faletau,  dell’esordiente James Davies e di Justin Tipuric. Spazio in seconda linea anche per Bradley Davies, mentre cambia totalmente la prima linea che sarà formata da Nicky Smith e Tomas Francis a piloni ed Elliot Dee a tallonatore.

GALLES

15 Liam Williams, 14 George North, 13 Owen Watkin, 12 Hadleigh Parkes, 11 Steff Evans, 10 Gareth Anscombe, 9 Gareth Davies, 8 Taulupe Faletau, 7 James Davies, 6 Justin Tipuric, 5 Bradley Davies, 4 Cory Hill, 3 Tomas Francis, 2 Elliot Dee, 1 Nicky Smith
In panchina: 16 Ken Owens, 17 Rob Evans, 18 Samson Lee, 19 Seb Davies, 20 Ellis Jenkins, 21 Aled Davies, 22 Rhys Patchell, 23 Leigh Halfpenny

Foto – Instagram/garethanscombe

4 commenti su “6 Nazioni: Galles, turnover per l’Italia

  1. E c’è chi può anche fare turnover (e vallo a chiamare cosi, North, Faletau, Davies, Tipuric..).
    L’unica è sperare che la nostra prima linea metta sotto (di brutto) la loro, e non lasciare che quelle tre terze facciano quello che vogliono (sia correndo che al breakdown, che Davies può farci vedere i sorci verdi per 80′).

  2. Bene ci hanno sottovalutato!😬
    Scherzi a parte sara’ durissima, speriamo di toglierci almeno la soddisfazione di veder giocare insieme Negri e Polledri.
    MrIan, anche io avrei preferito Patchell, in ottimo giocatore che forse in questo 6N non e’ stato gestito al meglio, e nemmeno troppo tutelato a livello psicologico. Opinione personale, ovvio

  3. Turnover pesante, che la dice lunga su come la veda Gatland. Da dire che la panchina e’ di quelle che comunque copre dai rischi con la prima linea titolare nel caso le cose non dovessero andare per il verso giusto o in ogni caso fare da impact nel secondo tempo(e temo saran dolori per gli Azzurri) e sulla 3/4 un Davies-PAthell-HAlfpenny che potrebbero dare una scossa terribile alla partita.

    Terza linea gallese comunque che e’ tanta roba, Tipuric-Davies sui BD sono micidiali…di fino o di sporco fanno un lavoro incredibile e per gli azzurri li’ sara’ durissima, Faletau vediamo come sta ma le sue qualita’ le conoscioma bene. Ecco forse AWJ era uqello a cui comunque non avrei rinunciato. PEr il resto Gatland conferma la sua preferenza per Anscombe su PAtchell…boh saro’ di legno io o stimero’ troppo patchell, non so ma faccio fatica a capirla.

  4. Cambi che Gatland avrebbe dovuto magari le partite scorse…finalmente arriva il turno di Davies che nelle ultime apparizioni con gli Scarlets è stato parecchio in ombra…Mi convince poco Watkin a 13, non che abbia brillato in stagione..sull assenza di Patchell la vedo così, almeno non si infortuna per gli Scarlets…cmq Gatland mi piace sempre meno…
    Mi aspetto a questo punto un Italia sperimentale, con tanta velocità in terza linea, con Ruzza e Biagi in seconda, Negri-M’Bandà-Polledri in terza…

Rispondi