Pro 14: Zebre azzurre per la sfida di Galway

Michael Bradley ha annunciato la formazione che scenderà in campo domani sera contro Connacht.

Le Zebre Rugby vogliono muovere la propria classifica nel girone A del Guinness PRO14: l’occasione sarà domani sera a Galway. Missione non impossibile contro gli Irlandesi del Connacht, usciti sconfitti negli ultimi due scontri diretti nel campionato celtico contro il XV del Nord Ovest. Venerdì 16 febbraio alle 20.35 (ora italiana) il fischio d’inizio della gara, valevole per il 15° turno del Guinness PRO14.

In campo dal 1’ minuto per i bianconeri ci saranno Giulio Bisegni, Carlo Canna, Renato Giammarioli, Maxime Mbandà, George Biagi e Oliviero Fabiani. Se sabato scorso, nel match tra Irlanda e Italia, le Zebre erano rappresentate da otto giocatori in Nazionale, di contro un solo giocatore del Connacht era stato selezionato da Joe Schmidt. Minor preoccupazioni dunque per la squadra irlandese rispetto al club bianconero per quanto riguarda le eventuali assenze di giocatori impegnati con Sexton e compagni, ma brutte notizie provenienti dall’infermeria neroverde. A oggi infatti risultano essere sette i nomi riportati sulla lista degli infortunati che saranno indisponibili per la partita di venerdì sera. A questi si sommano anche quelli di Butler e Adeolokun, i quali, nonostante abbiano ripreso ad allenarsi con la squadra in settimana, non dovrebbero giocare contro le Zebre domani sera.

Rispetto alla formazione scesa in campo nella giornata precedente al Thomond Park contro il Munster, coach Bradley opta per cinque cambi, due sulla trequarti e tre in mischia. La prima novità riguarda uno degli ex di turno: l’irlandese Rory Parata che comporrà il triangolo arretrato assieme all’altro ex, l’estremo Ciaran Gaffney e all’altra ala Gabriele Di Giulio, mentre viene confermato il tandem di centri composto da Faialaga Afamasaga e Giulio Bisegni. Mediana nuova: al fianco del confermato Guglielmo Palazzani ritorna in regia Carlo Canna.

Negli avanti Oliviero Fabiani sarà impiegato in prima linea assieme a Cruze Ah-Nau ed a Eduardo Bello; nel reparto di seconda linea ci sarà nuovamente capitan George Biagi anche se questa volta al fianco di James Tucker; per il neozelandese si tratterà della seconda gara con le Zebre dopo essersi infortunato all’esordio di Novembre al Lanfranchi. Chiudono il pack Renato Giammarioli, Johan Meyer e Maxime Mbandà, quest’ultimo tornato a disposizione del club bianconero su direttive del ct dell’Itali O’Shea.

ZEBRE

15 Ciaran Gaffney, 14 Gabriele Di Giulio, 13 Giulio Bisegni, 12 Faialaga Afamasaga, 11 Rory Parata, 10 Carlo Canna, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Renato Giammarioli, 7 Maxime Mbandà, 6 Johan Meyer, 5 George Biagi, 4 James Tucker, 3 Eduardo Bello, 2 Oliviero Fabiani, 1 Cruze Ah-Nau
In panchina: 16 Tommaso D’Apice, 17 Andrea De Marchi, 18 Dario Chistolini, 19 David Sisi, 20 Derick Minnie, 21 Riccardo Raffaele, 22 Serafin Bordoli, 23 Giovanbattista Venditti

4 commenti su “Pro 14: Zebre azzurre per la sfida di Galway

  1. (15-9)Darragh Leader, Cian Kelleher, Eoin Griffin, Tom Farrell, Matt Healy, Craig Ronaldson, Caolin Blade
    (1-8)Denis Coulson, Tom McCartney, Finlay Bealham, Gavin Thornbury, James Cannon, Eoghan Masterson, Naulia Dawai, Sean O’Brien (Capt).
    (16-23)Dave Heffernan, Peter McCabe, Conor Carey, Quinn Roux, John Muldoon, Kieran Marmion, Jack Carty, Pita Ahki.

  2. Partita difficile ma alla portata, specie con quel po’ di terza linea che schierano le Zebre, una mediana interessante e una tre quarti con due ex che immagino (e spero) che qualcosa vorranno dimostrare. Certo, si vede la differenza con la panchina, specie in prima linea e dietro. Azzolini e Raffaele hanno bisogno di giocare. Me la vedrò in differita.

  3. è per il programma di salvaguardia dei giocatori di interesse nazionale e il buon esito del 6N che la FIR schiera i migliori con le zebre fuori casa nel turno di riposo e sette giorni prima dell’unica partita teoricamente alla nostra portata? molto lungimirante…
    tanto valeva lasciare che i nazionali se li pagassero i club inglesi e francesi, com’era prima della celtic…

    curioso di vedere la rorida patata in azione…

Rispondi