6 Nazioni Under 20: l’Italia sfida i forti inglesi

Appuntamento questa sera, con diretta web su Facebook, per gli azzurrini di Roselli e Moretti a Gorizia.

Inizia da Gorizia il 6 Nazioni 2018 e lo fa nella sua versione juniores. Allo stadio Enzo Bearzot, infatti, l’Italia di Roselli e Moretti ospita la forte formazione dell’Inghilterra vincitrice dell’ultima edizione del torneo. Il 6 Nazioni Under 20, ovviamente, cambia faccia ogni anno con un ricambio generazionale costante, ma gli inglesi sono sicuramente la squadra da battere anche quest’anno nonostante le tante novità.

Saranno otto gli atleti inglesi presenti in rosa, infatti, che hanno fatto parte dell’ultima Coppa del Mondo di categoria, in cui la squadra britannica ha chiuso la rassegna al secondo posto raggiungendo la finale. Sette invece gli esordienti che scenderanno in campo dal primo minuto, mentre altri cinque uncapped inizieranno la sfida dalla panchina.

Per l’Italia, alla vigilia, ha parlato Fabio Roselli. “Non vediamo l’ora di affrontare questa importante sfida. Siamo arrivati all’esordio nel Torneo e vogliamo vedere quanto riusciremo a essere competitivi contro una squadra che proviene da una finale mondiale e dalla vittoria nella passata edizione del 6 Nazioni. C’è molta fiducia e serenità nel gruppo dopo una settimana di allenamenti di livello. Scenderemo in campo con grande consapevolezza sapendo che ci attenderà una sfida difficile”.

L’incontrò sarà trasmesso in diretta esclusiva sulla pagina Facebook ufficiale di FIR e sull’applicazione ufficiale della FIR sviluppata da IQUII, disponibile sia per dispositivi iOS sia Android.

ITALIA – INGHILTERRA

Venerdì 2 febbraio, ore 19.00 – Stadio Bearzot, Gorizia
Italia: 15 Michelangelo Biondelli, 14 Simone Cornelli, 13 Alessandro Forcucci, 12 Francesco Modena, 11 Albert Einstein Batista, 10 Antonio Rizzi, 9 Nicolò Casilio, 8 Lodovico Manni, 7 Jacopo Bianchi, 6 Michele Lamaro, 5 Matteo Canali, 4 Niccolò Cannone, 3 Michele Mancini Parri, 2 Matteo Luccardi, 1 Danilo Fischietti
In panchina: 16 Niccolò Taddia, 17 Leonardo Mariottini, 18 Guido Romano, 19 Edoardo Iachizzi, 20 Enrico Ghigo, 21 Leonardo Bacchi, 22 Filippo Di Marco, 23 Tommaso Coppo
Inghilterra: 15 Tom Parton, 14 Gabriel Ibitoye, 13 Fraser Dingwall, 12 Will Butler, 11 Ben Loader, 10 James Grayson, 9 Ben White, 8 Tom Willis, 7 Ben Earl, 6 Sam Moore, 5 James Scott, 4 Dino Lamb, 3 Marcus Street, 2 Henry Walker, 1 Toby Trinder
In panchina: 16 Gabriel Oghre, 17 Alex Seville, 18 Joe Morris, 19 Sam Lewis, 20 Josh Basham, 21 Rory Brand, 22 Tom Hardwick, 23 Jordan Olowofela

2 commenti su “6 Nazioni Under 20: l’Italia sfida i forti inglesi

  1. Primi 5 uomini in verde griffati Leinvuitton, e dalle parti di Limerick c’è da farsi qualche domandina per la progenie in prima linea), ma è un pack con 6 esordienti su 8. Dei miei il più maturo mi sembra il McCharty/Garryowen ma quello che mi piaceva di più in u18 è Hayes. Sullivan l’ho visto talmente poco che confido l’abbiano messo partente a 8 a ragion veduta. 10 il fratellino, ma lì bisogna chiedere a Stefo, però convengo con lui che la stellina potrebbe essere O’Brien, capitano non per caso. Lui dice occhio a Sullivan, io (per quel paio di volte che li ho visti) ai due Ulstermen esordienti a flanker. Dal mio Shannon uno solo e in panca, buono ma acerbo forte: a pari età meglio di Whych comunque.

Rispondi