Pro 14: Treviso, 40 minuti e cancella i Cheetahs

Si è conclusa a Monigo la tiratissima sfida tra i biancoverdi e i sudafricani.

Una Benetton Treviso sottotono quella scesa in campo oggi a Monigo nel primo tempo, dove a fare la partita sono i Cheetahs, con i padroni di casa che si svegliano solo allo scadere per il 5-9 con cui vanno al riposo. Ripresa con Treviso che ha un piglio migliore, con i Cheetahs che subiscono anche due cartellini gialli in un minuto. E due mete in superiorità danno vantaggio e vittoria a Treviso che inizia l’anno nel migliore dei modi.

Primo tempo

Soffre Treviso nei primi minuti, con i Cheetahs che alzano subito il ritmo in attacco e si posizionano nella metà campo biancoverde. Così al 9’ arriva il piazzato di Fred Zeilinga e Cheetahs che passano in vantaggio. Risponde subito, però, la squadra di casa che per la prima volta si porta in zona d’attacco e ottiene anche lei un piazzato all’undicesimo minuto ma Banks sbaglia il calcio malamente. Torna così in attacco il XV sudafricano, fatica Treviso a difendere, fuorigioco della Benetton e al 18’ Zeilinga può allungare ancora con il piede.

Treviso che non riesce ad avere l’ovale anche per le difficoltà in touche che si confermano anche oggi a Monigo. Continua così a fare la partita la squadra di Bloemfontein, con Benetton che perde le poche palle conquistate. Infortunio per Dean Budd che deve lasciare temporaneamente il campo, mentre alla mezz’ora dopo una fiammata biancoverde con Ioane c’è la ripartita dei Cheetahs che conquistano l’ennesimo fallo ed è sempre Zeilinga a mettere punti sul tabellone e fissare il punteggio sul 9-0 per i sudafricani. Ancora una touche persa lascia gli ospiti in zona d’attacco, ma difende bene il XV di Crowley e i sudafricani tentano un drop che però Zeilinga sbaglia. Al 38’ finalmente si vede giocare la Benetton, con Banks che prima con un calcio al largo lancia Sperandio, poi sul prosieguo è ancora il numero 10 a fare il break decisivo, palla a Monty Ioane e meta che riporta i padroni di casa vicino con il punteggio, anche se lo stesso Banks trova il palo e trasformazione mancata.

Secondo tempo

Treviso che entra in campo nella ripresa più convinto e dopo un paio di minuti conquista subito una punizione con Marty Banks che questa volta non sbaglia e -1. Poco dopo, però, la fortuna non sorride alla Benetton. Calcio non perfetto d’alleggerimento dei Cheetahs che viene toccato dalla difesa e raccolto da un giocatore sudafricano. Attacco inaspettato e palla che arriva a Teboho Mohoje che sfrutta un placcaggio sbagliato di Faiva e Cheetahs che scappano nuovamente via. Benetton che accusa il colpo e ospiti che tornano a spingere sull’acceleratore per chiudere la partita. E’, invece, la Benetton ad avere una nuova fiammata al 52’, fallo dei Cheetahs e Treviso che va in touche nei 22 avversari. Ancora diversi falli sudafricani, cartellino giallo per van Jaarsveld e Treviso che ha una mischia sui 5 metri. Ancora un fallo volontario in mischia di Shaun Venter e secondo giallo consecutivo per i Cheetahs che restano per 10 minuti in 13 giocatori. Ma Faiva non tallona e occasione d’oro buttata via. Non sbaglia, invece, Faiva al 59’ quando riceve l’ovale al largo dopo una bella azione della Benetton e seconda meta dei padroni di casa che sfruttano la superiorità per tornare sotto con il punteggio e portandosi a -3.

Treviso ci crede, i Cheetahs sono in difficoltà adesso e la Benetton ritorna sui 5 metri. Al 63’ è Federico Ruzza a dare la spallata decisiva, si infila vicino ai pali e primo vantaggio del match per i biancoverdi. L’ingresso di Edoardo Gori ha dato la sveglia anche a un Banks poco convincente nel primo tempo e Treviso che cerca di chiudere lei i giochi e di conquistare anche il bonus offensiva. Ancora un fallo sudafricano al 67’, ancora una touche nei 22 per le mani di Faiva. Maul devastante ed è ancora Faiva a schiacciare e Treviso che conquista il bonus offensivo e scappa via a 12 minuti dalla fine sul 27-16. E i biancoverdi che difendono anche benissimo, impediscono ai Cheetahs di rientrare subito in partita. Resta, però, in attacco il XV di Bloemfontein cui servono due marcature pesanti per ribaltare il risultato. Ma Banks ruba un pallone importantissimo, lo calcia via e ci arriva Ioane che mette pressione ai Cheetahs e tiene gli avversari sui 5 metri difensivi. Brutta botta al collo per Francois Venter che però si rialza, mentre anche Federico Zani esce per infortunio. Ci provano fino alla fine i Cheetahs, che tornano in attacco facilmente e al 79’ vanno in meta con Mohoje e riaprono la partita quando mancano 60 secondi al termine. Ma i Cheetahs perdono l’ultimo pallone e fa festa Treviso.

BENETTON TREVISO – CHEETAHS 27-21
Sabato 6 gennaio, ore 14.15 – Stadio Monigo, Treviso
Benetton: 15 Jayden Hayward, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Marty Banks, 9 Tito Tebaldi, 8 Marco Barbini, 7 Abraham Steyn, 6 Whetu Douglas, 5 Dean Budd, 4 Irné Herbst, 3 Tiziano Pasquali, 2 Luca Bigi, 1 Nicola Quaglio
In panchina: 16 Hame Faiva, 17 Federico Zani, 18 Cherif Traore, 19 Federico Ruzza, 20 Marco Fuser, 21 Sebastian Negri, 22 Edoardo Gori, 23 Ian McKinley
Cheetahs: 15 Craig Barry, 14 William Small-Smith, 13 Francois Venter, 12 Nico Lee, 11 Makazole Mapimpi, 10 Fred Zeilinga, 9 Shaun Venter, 8 Uzair Cassiem, 7 Oupa Mohoje, 6 Paul Schoeman, 5 Reniel Hugo, 4 Carl Wegner, 3 Johan Coetzee, 2 Torsten van Jaarsveld, 1 Charles Marais
In panchina: 16 Jacques du Toit, 17 Ox Nche, 18 Tom Botha, 19 Rynier Bernardo, 20 Junior Pokomela, 21 Zee Mkhabela, 22 Niel Marais, 23 AJ Coertzen
Arbitro: Frank Murphy
Marcatori: 8’ cp. Zeilinga, 18’ cp. Zeilinga, 32’ cp. Zeilinga, 39’ m. Ioane, 45’ cp. Banks, 46’ m. Mohoje tr. Zeilinga, 59’ m. Faiva, 63’ m. Ruzza tr. Banks, 68’ m. Faiva tr. Banks, 79’ m. Mohoje
Cartellini gialli: 55’ van Jaarsveld, 56’ S.Venter

Duccio Emanuele Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Rispondi