6 Nazioni: Italia e Francia, un acuto per chiudere

Appuntamento oggi alle 13.30 per la sfida che apre il Super Saturday del torneo. In campo le due deluse.

Il titolo Guinness Sei Nazioni 2019 non sarà in palio a Roma – ma c’è ancora molto da giocare quando l’Italia ospiterà la Francia per dare il via al Super Saturday.

La squadra di Conor O’Shea sta inseguendo la sua prima vittoria del campionato di quest’anno e si sarà galvanizzata dalle precedenti uscite nella Città Eterna. Hanno già abbattuto la Francia qui – nel 2011 e nel 2013 – e quest’anno hanno già messo in difficoltà sia il Galles sia l’Irlanda. Gli infortuni hanno comunque giocato la loro parte questa settimana per gli azzurri, con O’Shea costretto a fare un totale di cinque modifiche al suo quindici iniziale rispetto a quello che ha perso a Twickenham. Ciò significa che Marco Zanon arriva a centro per il suo debutto internazionale mentre nel pack Jake Polledri ottiene la prima da titolare del campionato di quest’anno dopo il suo ritorno dall’infortunio. Anche David Sisi ritorna in seconda linea mentre Leonardo Ghiraldini è di nuovo a tallonatore, con Tiziano Pasquali richiamato a pilone.

La squadra francese di Jacques Brunel ha riacquistato l’orgoglio nel terzo turno con una vittoria sulla Scozia, ma poi ha perso slancio con una deludente sconfitta a Dublino settimana scorsa. La vittoria di sabato allo Stadio Olimpico è assolutamente vitale per entrambe le squadre che vogliono concludere il campionato a testa alta e Brunel ha fatto diversi cambi. Arriva l’esperienza di Wesley Fofana a centro e Maxime Medard a estremo, mentre in mischia ci sono i ritorni di Yacouba Camara, Paul Willemse, Gregory Alldritt e Etienne Falgoux.

Fischio d’inizio alle 13.30, ma collegamento con il Rugby Social Club dalle 12.50 su DMAX. Pronostico secco: 1X2.

ITALIA – FRANCIA

Sabato 16 marzo, ore 13.30 – Stadio Olimpico, Roma
Italia: 15 Jayden Hayward, 14 Edoardo Padovani, 13 Marco Zanon, 12 Luca Morisi, 11 Angelo Esposito, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse, 7 Jake Polledri, 6 Abraham Jurgens Steyn, 5 Federico Ruzza, 4 David Sisi, 3 Tiziano Pasquali, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Luca Bigi, 17 Cherif Traore’, 18 Simone Ferrari, 19 Alessandro Zanni, 20 Sebastian Negri, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Ian McKinley, 23 Luca Sperandio
Francia: 15 Maxime Medard, 14 Damian Penaud, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Wesley Fofana, 11 Yoann Huget, 10 Romain Ntamack, 9 Antoine Dupont, 8 Louis Picamoles, 7 Yacouba Camara, 6 Gregory Alldritt, 5 Paul Willemse, 4 Felix Lambey, 3 Demba Bamba, 2 Guilhem Guirado, 1 Etienne Falgoux
In panchina: 16 Camille Chat, 17 Dany Priso, 18 Dorian Aldegheri, 19 Paul Gabrillagues, 20 Arthur Iturria, 21 Baptiste Serin, 22 Camille Lopez, 23 Thomas Ramos
Arbitro: Matthew Carley

Foto – Instagram/italrugby

Un commento su “6 Nazioni: Italia e Francia, un acuto per chiudere

  1. Primo tempo in cui Italua spreca troppo e la Francia e’ la solita inguardabile ed imbarazzante per assenza di gioco ed idee.
    Italia sotto ma immeritatamente ma se sprechi cosi’ tanto c’e’ poco da fare.

Rispondi