Scuola: l’attimo (s)fuggente del rugby italiano?

Il Grillotalpa, aka Paolo Wilhelm, parla di quello che da sempre è una delle giustificazioni per i fallimenti ovali. Lo sport a scuola. Ma non è solo un alibi?

Le squadre anglosassoni ci battono perché loro hanno lo sport nelle scuole. Un’affermazione ripetuta spesso come un mantra e che non si può contestare. Ma che va ben delineata.

Uno dei gap strutturali che ci dividono dall’Inghilterra (ma sarebbe più corretto dire dall’intero mondo anglosassone di entrambi gli emisferi) è quello della presenza dello sport nelle scuole. Una presenza importante sotto l’aspetto quantitativo e qualitativo dove sventola un qualunque tipo di Union Jack tanto quanto carente invece dalle nostre parti.

E’ un po’ la scoperta dell’acqua calda, lo so bene, però questa cosa ha delle ricadute davvero importanti non solo sul rugby ma su tutto il movimento sportivo italiano, tanto più in un’epoca di professionismo sempre più dilagante e penetrante. Continua a leggere su Il Grillotalpa.

Rispondi