Challenge Cup: Sale illude Treviso, ma ora serve un “miracolo”

Si è conclusa la quinta giornata della coppa europea di rugby e Treviso è ancora in corsa playoff, ma in posizione svantaggiosa.

Sarà una corsa punto a punto, dove le vittorie potrebbero non bastare a far conquistare i playoff. La quinta giornata della Challenge Cup tiene tutti i giochi, o quasi, aperti e per la Benetton Treviso la sconfitta all’andata ad Agen rischia di costare carissimo.

Seconda a un punto dagli Harlequins, infatti, la squadra veneta andrà a far visita a Grenoble all’ultima giornata, ma vincere (anche con bonus) potrebbe non bastare. Se i Quins batteranno Agen, infatti, Treviso sarà seconda nel suo girone e, dunque, potrà puntare ai playoff solo come miglior seconda. Ma qui le cose si complicano.

Nella pool 1, infatti, Northampton ha un punto in più di Treviso, ma ospiterà il Timisoara e una vittoria con bonus è prevedibile. Nella pool 3 il Sale illude la Benetton portandosi avanti a Galway, ma un calcio al 71′ dà il successo a Connacht, che così affianca gli inglesi in classifica, che ora sono primi parimerito, ma con due punti in più rispetto a Treviso. Nella pool 4, infine, Bristol ha già un punto in più rispetto a Treviso, ma ospiterà l’Enisei e, dunque, difficilmente resterà dietro alla Benetton.

Al momento, dunque, qualificata c’è Clermont, che ieri sera ha battuto Northampton, così come Worcester, che in extremis batte gli Ospreys e li manda a -5, ma con il doppio confronto diretto a proprio favore. Nella pool 3 Connacht e Sale sono appaiate in vetta, ma vincendo si qualificherebbero entrambe. Nella pool 4 La Rochelle deve espugnare Parma per avere la certezza dei playoff, mentre se non si suicida contro l’Enisei Bristol è qualificata.

Nella pool 5, come già detto, gli Harlequins devono difendere un punto di vantaggio su Treviso, ma visti gli scontri diretti agli inglesi basta anche un successo senza bonus con Agen per strappare il biglietto playoff, mentre la Benetton deve battere Grenoble con il bonus e poi sperare nel miracolo dagli altri campi.

CHALLENGE CUP – QUINTA GIORNATA

La Rochelle – Zebre 32-12
Perpignan – Bordeaux 27-34
Newport – Timisoara 59-3
Stade Français – Pau 35-14
Enisei – Bristol 5-65
Benetton – Agen 38-24
Harlequins – Grenoble 38-20
Connacht – Sale 20-18
Ospreys – Worcester 18-20
Clermont – Northampton 48-40

CHALLENGE CUP – CLASSIFICHE

Pool 1: Clermont 25; Northampton 16; Newport 10; Timisoara 0
Pool 2: Worcester 17; Ospreys 12; Stade Français 10; Pau 8
Pool 3: Sale, Connacht 17; Bordeaux 11; Perpignan 2
Pool 4: La Rochelle 20; Bristol 16; Zebre 14; Enisei 1
Pool 5: Harlequins 16; Benetton 15; Agen, Grenoble 9

Foto – Benetton Treviso

4 commenti su “Challenge Cup: Sale illude Treviso, ma ora serve un “miracolo”

  1. ieri ha detto abbastanza male, negli altri campi, alla fine l’unica esclusa dalla lotta sono gli ospreys, che sono quelli che se avessero vinto ci avrebbero messo meno patemi, i gironi con le “altre” pagano dividendi, le zebre non riescono ad approfittarne, dando un gran vantaggio alle prime due, sanguinosa la sconfitta di sale ed il fatto che nella prossima giornata vadano tutti a giocare tra una in corsa ed una fuori dai giochi, con il rischio che quest’ultime schierino squadre C, forse le più rischiose saranno zebre e le est europee che potrebbero giocare per la gloria, ma che, zebre escluse, non hanno proprio la cilindrata per impedire che gli altri portino a casa 5 punti, se non si suicidano,, pensando ai propri campionati interni e a vedere qualche giocatore diverso o giovane. intanto, comunque pensiamo a vincere con il bonus, poi vediamo di imparare che le partite si ammazzano, se si può, perché agen grida vendetta

Rispondi