Italia – Australia: ecco la formazione dei Wallabies

Michael Cheika ha annunciato il XV che scenderà in campo sabato a Padova contro gli azzurri.

Tanti cambi nella formazione che sfiderà l’Italia sabato rispetto a quella sconfitta di misura a Cardiff sabato scorso per Michael Cheika. Torna a estremo Israel Folau, mentre il suo posto all’ala viene preso dal rientrante Adam Ashley-Cooper. Confermato Kerevi a centro, cui si affianca Bernard Foley, che così abbandona il ruolo di apertura. All’ala dall’altra parte, invece, esordio per il 18enne Jordan Petaia. In mediana, dunque, ecco Matt To’omua che fa coppia con Jake Gordon, anche lui all’esordio.

In mischia confermate la terza e seconda linea, mentre le novità sono tutte in prima linea, dove viene confermato solo Scott Sio. Con lui Taniela Tupou e Saia Fainga’a. Il match, che partirà alle ore 15 di sabato, verrà trasmesso in diretta su Dmax(canale 52 DDT) e in diretta streaming DPLAY.

AUSTRALIA

15 Israel Folau, 14 Adam Ashley-Cooper, 13 Samu Kerevi, 12 Bernard Foley, 11 Jordan Petaia, 10 Matt To’omua, 9 Jake Gordon, 8 David Pocock, 7 Michael Hooper, 6 Jack Dempsey, 5 Adam Coleman, 4 Izack Rodda, 3 Taniela Tupou, 2 Folau Fainga’a, 1 Scott Sio
In panchina: 16 Tatafu Polota-Nau, 17 Jermaine Ainsley, 18 Sekope Kepu, 19 Rory Arnold, 20 Peter Samu, 21 Will Genia, 22 Kurtley Beale, 23 Dane Haylett-Petty

Foto – Instagram/wallabies

Duccio Emanuele Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

3 commenti su “Italia – Australia: ecco la formazione dei Wallabies

  1. Certo, leggi la loro formazione e ti chiedi se i dibattiti degli ultimi giorni non siano parole al vento. Ma proviamo a crederci, dai ragazzi che una speranza c’e’!

  2. formazione che vale il prezzo del biglietto ma che temo avrà una indegna cornice di pubblico…
    se si sono messi a fare gli sconti dubito si arriverà a 20.000 biglietti…

  3. Loro di profondità e possibilità di girare gli uomini ne hanno senza dubbio, e si vede.
    Alla fine, pressione o meno, esordienti ne mette dentro, soprattutto in un ruolo (il mediano di mischi) dove dopo Genia c’è abbastanza il vuolo, e nel paese di George Gregan la cosa a me fa sempre specie.
    Petaia sarà anche giovane, me i numeri li ha, e soprattutto gli altri due del triangolo allargato possono fare abbastanza male anche per lui, senza problemi

Rispondi