Italia – Australia: “Cheika? Fiducia fino ai Mondiali”

Il chief executive dell’ARU Raelene Castle ribadisce che il tecnico dei Wallabies non rischia il posto.

Tre vittorie su undici partite nel 2018 e la sfida con l’Italia alle porte. Per molti, in Australia, una sfida da dentro o fuori per Michael Cheika, il tecnico dei Wallabies al centro di feroci critiche in Patria. A Padova il tecnico non può permettersi passi falsi dopo il ko di sabato scorso contro il Galles, o la sua panchina diventa a rischio. Secondo molti, ma non secondo Raelene Castle, chief executive della federazione australiana.

“Alla fine, il contratto di Michael è fino alla fine della Coppa del Mondo. Lo abbiamo detto pubblicamente e continuiamo a sostenere questa posizione. C’è una revisione del lavoro alla fine di ogni anno. Non c’è dubbio che quest’anno l’appuntamento diventa ancora più importante a causa delle nostre prestazioni. Ma la revisione identificherà le aree su cui dobbiamo concentrarci, mentre ci dirigiamo verso l’importantissima Coppa del Mondo del prossimo anno” ha dichiarato la Castle, che comunque ha ammesso che vi sia una “frustrazione universale” di fronte ai risultati dei Wallabies quest’anno.

Ma, intanto, ribadisce la fiducia in Michael Cheika e cerca di togliergli la pressione dalle spalle alla vigilia della sfida contro l’Italia. “Il contratto di Michael è fino alla fine della Coppa del Mondo” dice Raelene Castle, ma siamo sicuri che sarà così se i Wallabies dovessero cadere a Padova?

Foto – Instagram/wallabies

Rispondi