Affari italiani: bilancio in attivo, ma quel dubbio Zebre

Pronti al Cambiamento, nella loro newsletter, pongono un dubbio serio sulla questione economica federale.

Bilancio chiuso in attivo di 400mila euro. La Fir rialza la testa da un punto di vista economico e le richieste del Coni di annullare il debito accumulato negli ultimi anni sembrano pronte a essere soddisfatte dalla gestione di Alfredo Gavazzi. Aspettando l’approvazione della Giunta Coni, però, è il presidente di Pronti al Cambiamento Riccardo Roman a porre dei nuovi dubbi sul bilancio. Che riguardano le Zebre. Ma cosa dice l’opposizione?

“Veniamo ora allo snodo, il vero punto debole di tutta l’architettura, sul quale però si regge un avanzo di circa 400.000 euro che “miracolosamente” potrebbe trasformarsi in una perdita di 1.200.000 euro – scrive Roman, che poi continua –. Tutto è riferito al “finanziamento fruttifero” per l’importo di 1.600.000 euro erogati a favore delle Nuove Zebre nel 2017. In pratica questi soldi sono stati dati alle Nuove Zebre Rugby Club (con Delibere Presidenziali solo successivamente ratificate dal Consiglio Federale) facendo finta di essere una Banca e che le stesse Zebre Rugby Club li avrebbero restituiti con gli interessi.
Messa così, in Bilancio Consuntivo 2017 appaiono come voci positive (Crediti appostati nello stato patrimoniale
del Bilancio). Ma se volessimo guardare la realtà provando ad essere persone serie non potremmo negare che le possibilità che il bilancio delle Zebre Rugby Club possa reggere la restituzione di quel “prestito” si avvicina pericolosamente allo zero (infatti la previsione iniziale era che lo restituissero nel 2018, ed ora già è stato spostato al 2020).
Se dovesse accadere ciò che è praticamente certo, e cioè che il finanziamento non viene restituito, quel “credito”
si trasformerà in quello che realmente è , cioè un “contributo” e passerà immediatamente da voce + a voce – con
un effetto catastrofico sul risultato finale! E se dovremo aspettare il 2020 per sapere come evolverà la sorte, questo buco potenziale sarà come una spada di Damocle sulla testa di chi verrà…
Sul tema è illuminante capire PERCHE’ la FIR ha dovuto trovare questo milione e 600mila euro.
La nuova società Zebre Rugby Club, a totale partecipazione della FIR, andava finanziata, c’è poco da dire, ma essendo operativa dall’1 luglio 2017 la FIR avrebbe dovuto trovare i fondi nel Bilancio Preventivo”
.

Continua Pronti al Cambiamento, scrivendo “Ma ops… piccolo problema… alle vecchie Zebre SSD Srl (private) che
hanno chiuso i battenti a Giugno non è stata erogata solo la trance di fondi prevista per completare il campionato, bensì i soldi previsti per tutto l’anno. Per dirla meglio, alle vecchie Zebre sono stati dati tutti i 4 milioni di
euro, che avrebbero dovuto coprire l’intero 2017!!! Un totale disastro… come altro definirlo? Povero Presidente, già deve ripianare un buco di bilancio e per farlo sta tagliando risorse in particolare al Sud, massacrando l’intero progetto di formazione ed il rugby di base con effetti negativi che si rifletteranno per anni, ed ora se vuole/deve far partire le nuove Zebre Rugby Club deve trovare dei soldi che ha già dato a chi non doveva averli. Da qui il Magheggio… Appare più chiara ora la natura di quello che chiamano “prestito” vero?”
. Cosa accadrà?

Foto – Instagram/zebrerugby

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

8 commenti su “Affari italiani: bilancio in attivo, ma quel dubbio Zebre

  1. è sicuramente molto singolare che il bilancio sia stato approvato solamente a metà ottobre ma non sia ancora stato pubblicato…

    qui in giro c’è parecchia gente che se ne intende di contabilità, basterebbe poterle leggere, ma è un lusso che quest’anno non ci vogliono accordare, accidenti…

  2. Diciamo che io per partito preso non credo molto ai bilanci delle federazioni. Se poi conosciamo minimamente la vicende zebre e il vulcanico presidente della fir, allora i dubbi aumentono.

  3. Se la FIR non avesse elargito i 4m alle Zebre private secondo voi come avrebbero fatto a pagare gli stipendi dei giocatori e le trasferte ? Sempre a criticare senza la minima balia delle circostanze.

Rispondi