Continental Shield: al via la coppa senza senso

Parte oggi la terza coppa europea, che si è svuotata del già scadente significato.

Inizia con la trasferta a Tblisi del Calvisano e con il derby veneto tra Rovigo e Petrarca la Continental Shield, il terzo trofeo europeo che, nelle attese, doveva essere una palestra per la crescita delle nazioni emergenti e dei club italiani di Top 12. Ma dopo alcune stagioni anonime, ora il torneo ha perso ancor più valore con le assenze di club russi, romeni, tedeschi, spagnoli e portoghesi, con i soli ucraini e una franchigia belga (sic!) a riempire le caselle, oltre ai quattro club italiani. Un fallimento, insomma, per la Rugby Europe, ma anche per la Fir che aveva fortemente spinto per questo format ormai senza senso.

CONTINENTAL SHIELD – PRIMA GIORNATA

RC Locomotive Tbilisi – Calvisano
Rovigo – Petrarca

Foto – Rugby Rovigo

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

Un commento su “Continental Shield: al via la coppa senza senso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *