Serie A: Alghero ripescata

Dopo la rinuncia de L’Aquila sono i sardi a venir ‘promossi’ nel campionato cadetto.

La Federazione Italiana Rugby ha preso atto del comunicato con cui la Società L’Aquila Rugby Club ha annunciato la propria mancata partecipazione al Campionato Italiano di Serie A 2018/19. Un addio doloroso per l’intero rugby italiano, ma solo l’ultimo capitolo di una storia che da un decennio si trascina, prima per le obiettive e tragiche difficoltà seguite al terremoto, poi invece a una gestione scellerata.

Sulla base dei regolamenti vigenti, FIR ha disposto il ripescaggio della Società Amatori Alghero – sentita la disponibilità della stessa a seguito dell’indisponibilità comunicata a FIR da Villorba Rugby – nel Campionato Italiano di Serie A 2018/19, Girone 3, in sostituzione de L’Aquila Rugby Club. Parimenti, il posto lasciato vacante dall’Amatori Alghero nel Campionato Italiano di Serie B Girone 1 2018/19 è stato rilevato dal Rugby Varese, come da delibere pubblicate su Federugby.it

Il Presidente federale Alfredo Gavazzi ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Il dovere della Federazione Italiana Rugby è quello di garantire la piena applicazione dei regolamenti in essere, nel rispetto ed a tutela di tutte le componenti del nostro movimento, come è avvenuto anche in questo caso. Da uomo di rugby desidero però esprimere tutto il mio rammarico, e quello dell’intero movimento italiano, nel salutare nostro malgrado una Società storica del panorama rugbistico nazionale, che ha offerto alla causa azzurra tanti campioni e che ha rappresentato un punto fermo per la Città de L’Aquila nel durissimo periodo che ha fatto seguito al terremoto della primavera 2009”.  

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

Un commento su “Serie A: Alghero ripescata

  1. basta con i muretti a secco a dividere piccoli orti improduttivi, serve una franchigia Sarda. Come i Dogi che nascano i 4 Mori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *