Super Rugby: i Crusaders concedono il bis e sono campioni

A Christchurch i neozelandesi battono i Lions nella finalissima del torneo downunder.

Ancora i Crusaders, ancora dei neozelandesi, che vincono il sesto titolo in sette anni, ancora una delusione per i Lions, che escono sconfitti dall’Ami Stadium di Christchurch. E pensare che i Crusaders concedono possesso e territorio ai sudafricani, li fanno giocare e rischiano anche di farli tornare in partita nel secondo tempo.

Come detto, sono i Lions a fare il match e nei primi minuti è un dominio sudafricano, che però si concretizza solo con un piazzato di Jantjies al 13′. Cinici i Crusaders, che dopo aver fatto sfogare gli ospiti impattano con Mo’unga al 16′ e poi vanno in meta con Seta Tamanivalu al 19′. Sentono il colpo i Lions, che provano a costruire, ma non impensieriscono i padroni di casa. Che al 33′ allungano dalla piazzola e un minuto dopo colpiscono con David Kaetau Havili per l’allungo sul 20-3. Allo scadere piazzato di Jantjies che accorcia le distanze.

Ma ancora una volta i Lions costruiscono, ma non sfondano e al 43′ è Mo’unga ad allungare nuovamente dalla piazzola. Match chiuso? No, perché i sudafricani hanno il pallino del gioco, lasciato loro dai Crusaders che preferiscono ripartire in velocità. Così al 53′ arriva finalmente la meta dei Lions con Cyle Brink e ospiti che si riportano a -10. Ma, ancora una volta, i neozelandesi sanno come spegnere i facili entusiasmi. Prima al 62′, quando va in meta Mitchell Drummond allontanando il pericolo, poi intorno ai 10 minuti dalla fine. Al 67′ giallo a Ryan Crotty, un minuto dopo fiammata di Malcolm Marx che riapre i giochi. O spera di farlo, perché al 70′ mette la parola fine alle velleità sudafricane con Scott Barrett che marca in inferiorità e Crusaders che volano sul 37-18.

Foto – Instagram/crusadersrugbyteam

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

2 commenti su “Super Rugby: i Crusaders concedono il bis e sono campioni

  1. Una finale molto simile a quella dello scorso anno. Gli avanti dei Lions cercano di fare la partita ma al contempo sbagliano tanto e per i Crusaders diventa facile affondare il colpo.
    Altra partita deludente per Jantjies, il ragazzo ormai è quasi un caso patologico, appena sale la pressione si scioglie come neve al sole. Dall’ altra parte un Mo’unga che non vedere con la maglia degli All Blacks è quasi un delitto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *