Diritti tv: Dazn prende anche la Champions

La Fir ha ufficializzato l’accordo con il nuovo player online per la Guinness Pro 14 e la coppa europea.

Come già anticipato da qualche giorno, sarà Dazn a trasmettere la prossima stagione della Guinness Pro 14 in Italia. L’accordo è stato annunciato oggi dalla Fir, che fa sapere che il player online trasmetterà anche la Champions Cup, con un accordo fino al 2022.  L’accordo triennale permetterà ai tifosi di vedere il torneo celtico dalla regular season alla finale passando per tutte le partite delle due formazioni italiane.

DAZN completa il panel di broadcaster nazionali del Guinness PRO14 che include Premier Sport & S4C (UK), eir sport & TG4 (Repubblica d’Irlanda) e Super Sport (Sudafrica).  DAZN, parte del Gruppo Perform, sarà visibile non solo sugli schermi di tutti gli sportivi abbonati a Sky Italia (solo per quelli abbonati Sky Q, ndr.) e Mediaset Premium, ma accessibile anche su tutte le Smart TV disponibili sul mercato, cellulari, tablet, sui più comuni browser per personal computer e anche sulle più famose console per videogiochi.

DAZN garantirà inoltre la piena adesione ai nuovi standard produttivi del torneo, per offrire ai telespettatori la migliore esperienza televisiva possibile. Martin Anayi, CEO di PRO14 Rugby, ha dato il proprio benvenuto a DAZN nel gruppo di partner televisivi della manifestazione: “L’ingresso di DAZN nel Guinness PRO14 è un grande passo nella copertura del rugby di Club  in Italia. Per la prima volta gli appassionati del nostro sport potranno seguire un numero senza precedenti di partite sulle piattaforme digitali più adeguate alle singole necessità. L’innovazione è un aspetto fondamentale delle nostre strategie e l’arrivo di DAZN garantisce inoltre un allineamento totale dei nuovi standard produttivi del campionato”.

C’è un’incredibile passione per il rugby in Italia e siamo estremamente ottimisti circa la stagione che aspetta Benetton Rugby e Zebre Rugby Club dopo che, l’anno passato, entrambe hanno registrato il loro maggior numero di vittorie. Sia la FIR che PRO14 Rugby hanno lavorato per identificare il broadcaster nazionale e siamo elettrizzati che DAZN abbia condiviso la nostra visione e deciso di impegnarsi al nostro fianco sino al 2021” ha aggiunto Anayi.

Il Guinness PRO14 continua a crescere, raggiungendo nuovi mercati e nuovo pubblico– ha dichiarato il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi, commentando l’accordo –e l’accordo con DAZN per l’Italia non potrà che rafforzare questo processo di espansione nel nostro Paese. DAZN agevolerà in modo significativo la possibilità, per Benetton e Zebre, di veicolare il proprio brand e più in generale il rugby italiano verso un pubblico giovane, di nativi digitali. Siamo entusiasti di vedere il Guinness PRO14 in onda su una serie di supporti coerenti con le strategie di comunicazione social/digital che FIR da anni sta sviluppando e certi che,  da questo accordo, la visibilità del nostro sport in Italia non potrà che trarre importanti benefici”.

Jacopo Tonoli, Direttore Commerciale di DAZN, ha dichiarato che l’annuncio odierno costituisce un’ottima notizia per gli appassionati di rugby in Italia: “DANZ è orgogliosa di diventare la casa del Guinness PRO14 in Italia, un Paese che vanta alcuni dei più grandi appassionati di rugby. Per la prima volta i fans di Benetton Rugby e Zebre Rugby Club non perderanno nemmeno una partita del PRO14. Questa notizia rende DAZN un must-have per gli appassionati italiani, che adesso hanno una chance migliore e più equilibrata di accedere ad alcuni tra i migliori contenuti rugbistici europei. L’annuncio odierno è parte della volontà di DAZN di avviare una nuova era per quanto riguarda la trasmissione di eventi sportivi in Italia. Dopo mesi di preparazione, siamo lieti di annunciare una vasta gamma di appuntamenti con i migliori eventi sportivi, su un’unica piattaforma, ad un prezzo mensile accessibile a tutti e senza contratti a lungo termine”.

Dermot Rigley, Direttore Commerciale e Marketing di PRO14 Rugby, ha detto: “Siamo elettrizzatidall’accordo con DAZN. Con l’ingresso di questo nuovo partner abbiamo uno standard produttivo equanime su tutti i mercati televisivi delle Nazioni partecipanti, aspetto che ci consente di offrire un prodotto di classe assoluta sul mercato internazionale. La reputazione del Guinness PRO14 è cresciuta attraverso la qualità del rugby che viene offerto settimanalmente dalle squadre che vi partecipano e ci sono numerose richieste in Nord America, Australia, Nuova Zelanda e nel resto del mondo per trasmettere il torneo. La nostra partnership con RDA ha prodotto questo eccellente accordo con DAZN e aspettiamo ora di finalizzare altri accordi su scala globale per continuare a far crescere il Guinness PRO14 e le nostre squadre”.

Info su DAZN
DAZN è il primo servizio al mondo interamente dedicato allo streaming sportivo che permette agli appassionati di seguire gli eventi, in diretta o on-demand. Gli appassionati possono guardare le loro squadre, campionati e atleti preferiti in ogni momento, da qualunque dispositivo, ad un prezzo accessibile a tutti. DAZN offre la possibilità di riprodurre, mettere in pausa, riprendere la visione in ogni istante. DAZN offre un mese di prova gratuita, nessun contratto a lungo termine e la possibilità di cancellare la sottoscrizione in ogni momento. Disponibile in Germania, Austria, Svizzera, Giappone e ora in Canada e Italia sulla maggior parte dei dispositivi, incluse Smart TV, smartphone, tablets e consolle per i videogiochi. DAZN è parte di Perform, gruppo di riferimento per la messa in onda sportiva. Il lancio sul mercato americano è previsto nel corso del 2018.
DAZN trasmetterà in Italia, oltre al Guinness PRO14, anche le gare della Heineken Champions Cup con un accordo quadriennale. Per maggiori dettagli visitare http://media.dazn.com/it/

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

10 commenti su “Diritti tv: Dazn prende anche la Champions

  1. Questo già cambia un po’ le cose, perché con 10 euro puoi seguire due tornei (in realtà di uno potrai seguire solo le italiane, giusto?). Domanda: che ne sarà della Challenge Cup…?

    1. Di Cha;llenge vengon prodotte si e no 3 partite a settimana, non mostrano tutte le aprtite neanche inglesi, francesi, irlandesi, gallesi e scozzesi.

    2. sarebbe bello potessero prendere anche le partite di Challenge almeno delle italiane. Il problema è produrle. Il costo maggiore è quello. Infatti nell’accordo non si sa a chi è in carico la produzione del Pro14 delle partite in casa delle italiane.

  2. Non ho capito se trasmetterà tutti gli incontri di ogni singola giornata o solamente le italiane…nella prima ipotesi penso proprio che mi abboneró

  3. A me in base alle premesse sembra una soluzione finalmente degna.

    Nessuno ad oggi aveva firmato contratti pluriennali dando quindi stabilita’ all’offerta sia per la lega che per l’abbonato, salvo fallimenti quindi uno che si abbona sa che non dovrebbe trovarsi tra 1 anno punto a capo.

    Secondo, e’ un emedia che si puo’ vedere su tutte le piattaforme possibili…che a me sembra un pro non un contro.

    Il costo di 10 Euro mi sembra molto basso, e detto fuori dai denti se contemporaneamente uno puo’ vedere su anche solo 2 piattaforme due amici si possono anche metter d’accordo e far a meta’…in famiglia usiamo in 4 lo stesso acconto netflix, ssolo due profili possono esserci allo stesso tempo ma funziona bene, basta essere civili e se ci si trova in 3 allo stesso tempo uno volta a testa si lascia gli altri 2 guardare.

  4. la piattaforma è sportiva e ci stà che cerchi di allargare il pubblico, costosetta, ma con la champions comincia a diventare interessante, mi auguro abbia pagato bene e, fossi stato al posto della fed, probabilmente avrei accettato di buon grado questa soluzione; dal punto di vista filosofico, avere il miglior prodotto a pagamento, su una piattaforma monotematica, visibile a pochi, sarebbe una scelta pessima per lo sviluppo mediatico del prodotto, ma alla fine conta più chi sgancia più dindi oggi di chi ti fornirà, forse, 50 ragazzoni tra 10 anni; più che altro, mi auguro che lo zoccolo duro, io mi chiamo fuori perchè nel week end lavoro, si abboni in massa, che se questi si trovano 500 abbonamenti in più rispetto a quelli previsti per il ballone, l’anno prox cominciano già a metterti le partite due sì e una no alle 24.00 in sintesi, e nel 2022 ti danno il benservito e la rai ti chiede 20 euro a partita per farti vedere alle 4 di mattina

  5. Sono andato sul sito perform e mi sembra che sia un’offerta molto importante:

    http://www.performgroup.com/news-and-insights/dazns-kick-off-italy-signals-new-era-sport-fans/

    Qui si legge che per l’ITalia si son presi anche TM di Irlanda, Galles e Scozia…e viso che io non sono di quelli che pensano “un appasisoanto di rugby non guarda il calcio” noto che anche nel calcio e’ un’offerta importante.

    10 Euro per questa offerta, con la possibilita’ di averla su qualsiasi piattaforma possibile…10 Euro a me sembra un ottimo prezzo…

    1. È un ottimo prezzo, stracciato per quello che offrono…l enigma è chi o cosa trasmetteranno.
      Volevo abbonarmi a Premier Sports, ma se riesco a vedere gli Scarlets su dazn, preferisco questi e mi sbatto meno

    2. L’offerta sembra veramente interessante, chiaro l’anno scorso è stato il TOP ! per 14,99 euro mi sono visto di tutto e di più. Ma quest’anno avrei speso quasi sicuramente 60 euro per lo stesso prodotto.
      Ora sono 120, il doppio, ma la contemporaneità di due dispositivi potrebbe aiutare a far scendere questo importo 😉
      Mancano ancora un pò di dettagli : la più importante, non è ancora chiaro al 100% se sarà trasmesso tutto il pro14 e nel caso come ?!? e poi anche capire lo staff e il resto del palinsesto.
      Speriamo bene, non sono tantissimi ma sono sempre soldi che si aggiungono al costo della connessione internet che non per tutti è a buon mercato.

  6. I soliti annunci trionfaloni , gli stessi che negli anni si sono susseguiti , da dmax fino ad eurosport , tutti hanno fatto la stessa fine .
    Questi di dazn faranno l’ennesimo flop , l’italia è ancora in profonda crisi economica , ed inoltre l’italia è deinternettizzata , facendo un attimo due conti , ci vogliono 30,00 di abbonamento ad internet , più l’abbonamento ad dazn , una famiglia comune non può permettersi una spesa del genere , buona parte degli italiani non usa internet e non vuole usarla , e metà dell’italia non è coperta adeguatamente .
    A mio parere questa mossa più che dare visibilità al rugby in italia , lo oscurerà , nascondendo i fallimenti , a buon intenditor buone parole .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *