Top 12: la Fir copia la Francia e cambia nome all’Eccellenza

Il Consiglio Federale di venerdì 20 luglio ha deciso il cambio di nome del massimo campionato.

Il Consiglio Federale della FIR, riunito ieri a Bologna, ha ufficializzato la formula e la programmazione del massimo campionato nazionale, al via nel week-end del prossimo 15/16 settembre. Accogliendo la richiesta delle Società partecipanti, l’organo di controllo del rugby italiano ha deliberato ieri la nuova denominazione del torneo che assegna il titolo di Campione d’Italia assoluto: dopo sette stagioni, l’Eccellenza lascerà posto al Top12.

Con l’ampliamento a dodici squadre a seguito delle promozioni di Verona Rugby e Valsugana Rugby Padova rimane invariata la formula, con un girone unico all’italiana e partite di andata e ritorno tra le dodici squadre partecipanti. La stagione regolare qualificherà alle semifinali le prime quattro classificate che si affronteranno in gare di andata (4/5 maggio) e ritorno (11/12 maggio) secondo il seguente schema:

4° classificata v 1° classificata
3° classificata v 2° classificata

Le vincenti del doppio turno di semifinale si affronteranno in gara unica, sabato 18 maggio 2019, nella Finale che assegnerà il titolo di Campione d’Italia 2018/2019 in casa della finalista meglio classificata al termine della stagione regolare Retrocederanno direttamente nella Serie A 2019/2020 le squadre classificate al dodicesimo e undicesimo posto della stagione regolare.

Al Top12 2018/2019 parteciperanno le seguenti squadre:

Petrarca Padova (Campione d’Italia)
Patarò Calvisano
Femi-CZ Rovigo
Fiamme Oro Rugby
Lafert San Donà
Rugby Viadana 1970
Conad Valorugby Emilia (sostituisce Rugby Reggio ai sensi art. 4 Reg. Organico)
Toscana Aeroporti I Medicei
Lazio Rugby 1927
Mogliano Rugby 1969 (sostituisce Mogliano Rugby ai sensi art. 4 Reg. Organico)
Verona Rugby (neopromossa)
Valsugana Rugby Padova (neopromossa)

Coppa Italia
Il Consiglio Federale ha deliberato inoltre la modifica della denominazione della manifestazione dedicata alle formazioni di Top12 non qualificate alla Continental Shield, che da “Trofeo Eccellenza” torna ad assumere il nome di “Coppa Italia” e che si disputerà negli stessi week-end di gara delle manifestazioni EPCR. La formula della Coppa Italia 2018/2019 prevede due gironi all’italiana da quattro squadre ciascuno con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone. Accedono alla Finale di Coppa Italia del 30/31 marzo, in gara unica in campo neutro, le prime due classificate di ciascun girone.

Questa la composizione dei Gironi:
Girone 1
Lafert San Donà, Mogliano Rugby 1969, Verona Rugby, Valsugana Rugby Padova
Girone 2
Conad Valorugby Emilia, Toscana Aeroporti I Medicei, Rugby Viadana 1970, Lazio Rugby 1927

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

6 commenti su “Top 12: la Fir copia la Francia e cambia nome all’Eccellenza

  1. Troppa grazia, federali. Ovviamente, copiare anche la formula francese, con le prime due direttamente in semifinale e i quarti dimezzati con 3°-6° e 4°-5°, sarebbe stato uno sforzo eccessivo con questo caldo.

  2. se lo chiamavano pro12 era ancora più divertente, comunque troppe retrocessioni dirette e PO da oratorio; la coppa italia continua nella sua ridicolaggine e totale inutilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *