Irlanda: Billy Burns, dall’Ulster fino in nazionale?

Il giocatore inglese ha lasciato Gloucester e potrebbe vestire la maglia dei tuttiverdi.

Ha firmato un biennale con l’Ulster, ma il suo passaggio a Belfast potrebbe aprirgli le porte della nazionale irlandese. Billy Burns, 24enne di Bath, lascia l’Inghilterra e il Gloucester e sceglie l’Irlanda del Nord per riprendere la sua carriera, dopo che a Gloucester è arrivato Danny Cipriani a chiudergli le porte della maglia numero 10.

Ex nazionale under 18 e under 20 dell’Inghilterra, Burns ha il nonno paterno irlandese e per questo è eleggibile con la nazionale campione dell’ultimo 6 Nazioni. E l’Ulster è stato ben felice di dargli una chance, dopo l’addio di Paddy Jackson per la nota questione del presunto stupro, ma anche dopo aver mancato l’arrivo del neozelandese Stephen Donald e di Joey Carbery, che ha scelto il Munster.

Nato a Bath il 13 giugno 1994, Billy è il fratello minore di Freddy, mediano d’apertura di Bath e con un passato con l’Inghilterra. Cresciuto nell’accademia del Gloucester, ha esordito in prima squadra non ancora 18enne contro i London Irish nel febbraio del 2012. In tutto ha accumulato 101 presenze con 304 punti marcati.

Foto – Instagram/billburns10

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

3 commenti su “Irlanda: Billy Burns, dall’Ulster fino in nazionale?

  1. Dubito fortemente possa aspirare alla NAzionale in particolare col passaggio di Carbery a Limerick e con un Ross Byrne che e’ entrato nel giro.
    Piuttosto guarderei al fatto che il contratto e’ di due anni come quello di JAckson a PErpignan…un altro indizio ,dopo le parole di Nucifora, della direzione che la IRFU neanche tanto segretamente potrebbe prendere nei confronti di JAckson (ed Olding): sperare che nel giro di due anni che si calmino le acque per poi (tastando prima il polso della situazione in termini di opinione piubblica e sponsors) riportarlo a Belfast…dal punto di vista di Nucifora tra 2 anni PJ ne avra’ 28 e sara’ in teoria nel pieno della sua maturazione agonistica.

    Le voci ora sono che potrebbe arrivare a Belfast ma solo fino a Gennaio (alla Lealiifano per capirsi) Henry Speight….sarebbe un rinforzo niente male sulla 3/4 ma mi domando quanto valga la pena investire per mezza stagione perdendo un giocatore per la fase finale.

  2. A me Billy è sempre piaciuto e credo per lui Belfasr sia una occasione e una scommessa su quanto si senta maturo e su quanto lo saprà dimostrare. Con Cooney fa una bella coppia e gli addii importanti dietro (quanto a tasso d classe, fosforo e personalità, uno per tutti: Trimble) per me richiedono un Ulster dove la cerniera mediana faccia giocare meno agli autiscontri i due centri. Rinforzo più che importante in terza, ma da illo tempore gli servirebbe un altro Nick che non hanno mai trovato e probabilmente nemmeno mai cercato davvero. E piloni: a 2, per dirla alla San Isidro Best un altro anno lo può fare e ne hanno un terzo buono dalla academy in rampa.

Rispondi