Italia Under 20: Lamaro “Questa è la strada giusta”

Alla presentazione di Cattolica il capitano degli azzurrini fa il bilancio dell’ultima stagione juniores.

Nei giorni scorsi il rugby italiano ha presentato il suo nuovo title sponsor e a Roma è stata l’occasione per vedere un po’ di azzurri. Tra loro c’era anche il capitano dell’Italia Under 20 Michele Lamaro, reduce dall’ultimo Mondiale di categoria. Un Mondiale che Lamaro descrive così ai microfoni di Daniele Piervincenzi. “E’ stata una bellissima esperienza in Francia, come lo era stata quella dell’anno scorso. Quest’anno siamo riusciti a fare bene soprattutto nel girone, abbiamo rischiato di andare a fare le semifinali”.

Un ottavo posto finale che lascia l’amaro in bocca, ma che è un punto di partenza per il futuro e che è un segnale importante. “Tutto questo è venuto da un lavoro svolto per tutto l’anno, dal lavoro che abbiamo iniziato a luglio dell’anno scorso tutti insieme e che poi ci ha portato, anche attraverso il 6 Nazioni, a questo Mondiale che abbiamo iniziato nel migliore dei modi, ma che non abbiamo finito benissimo” continua Lamaro.

Dopo anni a rincorrere la salvezza sono arrivati due ottavi posti consecutivi. E l’Italia in Francia è arrivata consapevole dei propri mezzi. “Quest’anno il nostro obiettivo non era più la salvezza, ma qualificarci come secondi nel nostro girone, riconfermando il risultato fatto con la Scozia al Sei Nazioni e battere l’Argentina, che sapevamo potevamo affrontare ad armi pari. E così è stato”.

Ora per Lamaro e molti compagni è il momento di pensare al rugby seniores, ma il capitano degli azzurrini è ottimista anche per il futuro dell’Under 20. “Sicuramente la strada è quella giusta, anche i ragazzi di un anno più giovani, l’annata 99, abbia imparato qualcosa da questo Mondiale. E sono sicuro che l’anno prossimo riusciranno a trasmettere quello che noi abbiamo trasmesso quest’anno” conclude Lamaro.

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

4 commenti su “Italia Under 20: Lamaro “Questa è la strada giusta”

  1. grandi applausi ai ragazzi, ma la mia impressione è che si sia già perso un anno, la fase finale è stata affrontata male, dopo l’anno scorso ci voleva un po’ più di maturità e professionalità, per quanto riguarda la strada giusta o sbagliata, vedremo nei prossimi 2 o 3 anni, se i risultati saranno costantemente sopra il 10° posto (sì, considero buono anche il 9°, perché questa formula può infilarti in un girone maledetto e con un terzo posto finire molto in basso) o meglio, allora la strada sarà stata tracciata bene, altrimenti, se si tornerà a giocarsi costantemente la semifinale per non retrocedere, vorrà dire che per qualche anno c’è, semplicemente, stato un allineamento favorevole dei pianeti (ed io il nome di un paio di questi pianeti l’avrei anche in testa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *