Il Tinello di Munari: cioè di test match e arbitri

Nuovo appuntamento con Vittorio Munari con il suo Tinello. Oggi si parla dei test match estivi, ma soprattutto delle polemiche arbitrali.

Prima parte

Seconda parte

Un commento su “Il Tinello di Munari: cioè di test match e arbitri

  1. Completamente d’accordo sull’evoluzione del mm a playmaker, e secondo me Murray anche lo e’ ancor piu’ di quanto anche Munari dica, e lo penso da un paio di stagioni ed infatti piu’ volte ho scritto che pensavo il vero problema sia il suo vice piu’ che quello di sexton finche’ c’era Jackson che aveva ampiamente dimostrato di poter fare il suo.
    Con l’uscita di scena di Jackson ovviamente si ricrea un problema per il vice Sexton ma ad essere onesti alla rpima Carbery non ha fatto per nulla male, anzi.
    Sulla prima partita…piu’ che sorpresi gli effetti di quel turnover si son fatti sentire. Per il resto come detto dopo il terzo TM, un’ottima Australia in grandissima crescita dopo la scorsa stagione e che ha messo a posto tante cose davanti.
    Sugli inglesi vero di Youngs ma resto convinto che il vero problema sta stagione oltre a Vunipola sia stato un Ford pessimo, e continuo a domandarmi perche’ non spostare Farrell invece che cercare soluzioni estmporanee come Cipriani. Convintissimo anche dell’asttuzia di EJ (oltre che delle sue capacita’, ma i media inglesi sono terribili se le cose vanno male, si sa) e rilancio: dopo i fuochi d’artificio delle prime stagioni per me la vole Jones di viaggiare a fari spenti potrebbe anche ssere contento…mai fidarsi di lui.
    Abs…poco da dire ed aggiungere

Rispondi