Rugby 7s: l’Italia che non va in vacanza

Chiusi i test match e il Mondiale juniores azzurri ancora in campo nel rugby a sette.

L’Italia ovale va in vacanza dopo la fine dei test match giapponesi e i Mondiali Under 20, ma c’è un azzurro ancora in campo. E’ la nazionale di rugby 7s, sia nella versione maschile sia in quella femminile, impegnata nelle Grand Prix Series, il campionato europeo della versione olimpica del rugby.

Le ragazze di Andrea Di Giandomenico esordiranno il weekend del 29 giugno nella prima tappa del torneo in un girone di ferro contro Francia, Inghilterra e Portogallo e per le azzurre un primo banco di prova interessante dopo il test effettuato nel Roma Seven.

Sempre in Francia si disputerà, invece, la seconda tappa delle GPS del torneo maschile e per i ragazzi di Andy Vilk il momento delle conferme. Dopo l’ottimo terzo posto a Mosca, infatti, Lupini e compagni sono chiamati a bissare l’ottima prestazione e gli azzurri sono inseriti in un girone non impossibile, con Francia, Galles e Svezia.

Per gli azzurri l’obiettivo è sicuramente puntare a uno dei primi due posti nel girone ed entrare, così, senza problemi nel quarti di finale. Rispetto a un anno fa, dove gli azzurri convinsero a Mosca e poi delusero nel resto del torneo, quest’anno la volontà è quella di dare consistenza alla crescita degli ultimi due anni e confermarsi con continuità nell’élite del rugby 7s europeo, puntando a staccare un biglietto per Hong Kong.

Foto – Rugby Europe / Rugby Union of Russia

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *