Mosca 7s: Italia, un bronzo che vale oro!

Si è conclusa a Mosca la prima tappa delle Grand Prix Series. Ottimo esordio per gli azzurri.

E’ un esordio di tutto rispetto quello dell’Italseven di Andy Vilk nelle Grand Prix Series 2018. A Mosca, infatti, gli azzurri mostrano importanti miglioramenti rispetto al passato, con un gioco molto più vicino ai canoni del rugby 7s piuttosto che un XV adattato – come eravamo abituati fino a un paio di anni fa. E i risultati si vedono, con gli azzurri che portano a casa scalpi di assoluto livello e chiudono terzi.

Quarti di finale: ITALIA – PORTOGALLO 14-7

Dopo le ottime prestazioni di sabato, l’Italseven torna in campo nei quarti contro il Portogallo. Con la vittoria, un po’ a sorpresa, della Germania sulla Russia per 12-5 chi vince sfiderà i tedeschi in semifinale. Azzurri che mettono pressione ai lusitani nei loro 22, li costringono all’errore e hanno subito una chance di marcare. Ed è Gianmarco Vian a sfondare al 3’ e portare l’Italia sul 7-0. Insiste l’Italia, ma commette troppo errori. Il Portogallo, però, non riesce a prendere in mano il match, gli azzurri dominano il territorio e a tempo scaduto allungano con Mattia D’Anna e primo tempo che si chiude sul 14-0. La ripresa inizia con i lusitani che provano a ribaltare il risultato, azzurri che difendono con ordine, ma cedono al 4’ della ripresa e Portogallo che si riporta a -7. Insiste il Portogallo, soffrono tantissimo i ragazzi di Vilk, commettono qualche errore di troppo, ma resistono e alla fine conquistano una semifinale importantissima, anche se dopo Antl perdono anche Di Giulio per infortunio.

L’altra semifinale, invece, vedrà di fronte l’Irlanda e Francia, dopo che gli irlandesi hanno spazzato via nettamente la Spagna per 26-0, mentre nell’altro quarto di finale più combattuto i transalpini hanno avuto la meglio sull’Inghilterra per 14-5.

Semifinale: ITALIA – GERMANIA 7-22

Ci si gioca un posto in finale a Mosca tra l’Italseven e la favorita Germania. E i tedeschi non smentiscono le previsioni, imponendo fin da subito il loro gioco. Dopo due minuti un calcio sorprende la difesa azzurra e Germania in vantaggio. E’ un monologo tedesco, l’Italia soffre in difesa e dopo 4 minuti un buco difensivo dà la seconda meta ai tedeschi. E la terza arriva proprio prima dell’intervallo, ancora con un calcio che sorprende la difesa azzurra. Nella ripresa l’Italia commette troppi errori per riuscire a rientrare in partita e la Germania la chiude con un calcio che porta oltre il triplo break il match. A tempo scaduto arriva la meta di Andrea Pratichetti, ma serve solo a fissare il risultato sul 22-7 e Italia che si giocherà il terzo posto.

Terzo posto che gli azzurri si giocheranno contro la Francia, dopo che l’Irlanda ha dominato nettamente l’altra semifinale, imponendosi con un netto 31-0.

Finale 3° posto: ITALIA – FRANCIA 14-5

Si chiude contro la Francia per migliorare il quarto posto conquistato qui un anno fa. Italia che fa molto possesso nei primi minuti, ma nella propria metà campo e un passaggio errato regala palla e meta alla Francia al 3′ e 5-0 per i transalpini. Un errore su un calcio regala altra chance per la Francia, che però commette fallo prima di schiacciare in meta. A un minuto e mezzo dall’intervallo, però, un bello spunto di Lupini porta gli azzurri in attacco e la meta dà il primo vantaggio per l’Italia. E allo scadere è Vian a schiacciare e l’Italseven va al riposo avanti 14-5. A inizio ripresa l’Italia può chiudere il match, ma al momento di schiacciare tra la palla e il terreno c’è la gamba avversaria e pallone che scappa in avanti. Francia che, però, non sembra riuscire a pungere e azzurri che controllano il match nella metà campo avversaria. A tre minuti dal termine, però, i transalpini si riportano in zona d’attacco per riaprire la partita, ma gli azzurri difendono benissimo e fanno passare il tempo. Si arriva allo scadere e Italia che, così, festeggia un grande terzo posto finale.

Nella finale, infine, l’Irlanda conferma di essere la più forte del lotto e batte nettamente 28-7 la Germania, conquistando così la prima tappa delle Grand Prix Series.

GRAND PRIX SERIES – CLASSIFICA

Irlanda 20; Germania 18; Italia 16; Francia 14; Russia 12; Inghilterra 10; Spagna 8; Portogallo 6; Galles 4; Svezia 3; Georgia 2; Polonia 1

Foto – Rugby Europe / Rugby Union of Russia

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *