Eccellenza: il Petrarca è campione d’Italia!

Si è conclusa al Plebiscito di Padova la finale scudetto tra i veneti e il Calvisano.

Avvio equilibrato, pimpante, ma di studio al Plebiscito, fino al 6’, quando una fiammata del Petrarca al largo porta i padroni di casa a un passo dalla linea di meta, ma poi arriva l’avanti di Bettin e nulla di fatto. Sulla seguente mischia è la squadra di Padova a dominare e riconquistare subito l’ovale, altra mischia, altro fallo calvino, altra mischia, lungo attacco del Petrarca che però non sfonda e alla fine spreca tutto. Così è la volta del Calvisano di guadagnare metri tra maul e falli, poi bell’azione prolungata degli ospiti che, però, commettono anche loro avanti e nulla di fatto. Insistono i bresciani, ma Novillo manca un drop e si resta 0-0.

E dopo il water break è Menniti-Ippolito a imitare il collega avversario, ma il suo drop è preciso, primi punti sul tabellone e Petrarca in vantaggio. Un fallo di Saccardo dà una chance a Calvisano, ma un nuovo in avanti ferma i gialloneri. E se da un lato Simone Rossi corre forse troppo rischi con ripartenze da lontano, dall’altra il pack di Calvisano soffre tantissimo e subisce diversi falli contro. Al 28’ è Simone Ragusi a trovare un bel break, ma ancora una volta l’azione si ferma davanti a un avanti che salva i bresciani. Nuovo fallo dei calvini al 31’ manda Menniti-Ippolito sulla piazzola e +6 per il Petrarca. Calvisano prova a marcare punti nel finale del primo tempo, ma ancora una volta si scontra contro il muro nero e si va negli spogliatoi sul 6-0 per il Padova.

Match che ha una svolta importante al primo minuto di gioco della ripresa. Attacco del Petrarca, palla a Simone Ragusi, ottimo offload per l’altro Simone milanese, Rossi, che si invola al largo e va a schiacciare per la prima meta del match. Tre minuti dopo, però, fallo di Cannone che gli costa il giallo e Petrarca che deve giocare in inferiorità per 10 minuti. Sfiora la meta Pettinelli, ma il pallone gli esplode tra le mani in area di meta. Calvisano che, in superiorità, alza il livello, cerca la meta, ma conquista solo un piazzato al 52’ e primi punti per i campioni d’Italia in carica. Pesa l’assenza di Cannone, insiste Calvisano, ma non trova la soddisfazione di marcare punti prima del ritorno in campo della seconda linea. Al 57’ il Petrarca perde Conforti per una brutta botta in testa.

Il monologo lombardo si concretizza, alla fine, all’avvio dell’ultimo quarto di gioco, quando Pettinelli si trova in superiorità all’esterno e può schiacciare per il -5 e Calvisano che torna sotto break. Al 64’, però, una nuova infrazione dei bresciani rimanda Menniti-Ippolito sulla piazzola e il numero 10 tutto nero non tradisce e +8. Novillo dà una nuova fiammata, Calvisano torna a spingere sull’acceleratore, con il match che ora diventa caldissimo. Al 69’ avanti volontario di Ragusi e il numero 10 giallonero riporta a -5 i suoi. Ma lo show di Menniti-Ippolito continua e al 71’ arriva il suo secondo drop della partita e l’elastico che riporta il Petrarca oltre il break. Calvisano che alza mentalmente bandiera bianca, sbaglia troppo e vede il Petrarca chiudere il match e festeggiare lo scudetto.

PETRARCA PADOVA – CALVISANO 19-11

Sabato 19 maggio, ore 17.00 – Stadio Plebiscito, Padova
Petrarca: Ragusi; Capraro, Riera, Bettin, Rossi; Menniti-Ippolito, Su’a; Trotta, Lamaro, Conforti; Saccardo, Cannone; Rossetto, Santamaria, Borean
In panchina: Acosta, Delfino, Scarsini, Gerosa, Michieletto, Nostran, Francescato, Rizzi
Calvisano: Tuimavave; Balocchi, Chiesa, Mortali, De Santis; Novillo, Semenzato; Tuivaiti, Zdrilich, Pettinelli; Andreotti, Cavalieri; Zilocchi, Morelli, Fischetti
In panchina: Giovanchelli, Rimpelli, D’Onofrio, Archetti, Casilio, Dal Zilio, Susio, Biancotti.
Arbitro: Liperini
Marcatori: 21’ dr. Menniti-Ippolito, 31’ cp. Menniti-Ippolito, 42’ m. Rossi tr. Menniti-Ippolito, 52’ cp. Novillo, 61’ m. Pettinelli, 64’ cp. Menniti-Ippolito, 69’ cp. Novillo, 71’ dr. Menniti-Ippolito

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

Un commento su “Eccellenza: il Petrarca è campione d’Italia!

  1. Complimenti neri, complimenti. E bellissimo in un Plebiscito pieno, fosse sempre cosi.
    Un grazie a TheRugbyChannel che oggi davvero ha fatto una diretta di altro livello, ma che tutta la stagione ha fatto uno sforzo enorme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *