6 Nazioni: Scozia e Irlanda, ritorni di peso

In vista del terzo turno del Torneo le due formazioni ritrovano alcuni campioni assenti nei primi due match.

Ritorni importanti in prima linea per la Scozia che si appresta a sfidare l’Inghilterra a Twickenham. Gregor Townsend, infatti, ritrova WP Nel in prima linea, un innesto importante in un reparto colpito fortemente dagli infortuni. Tra i convocati altri nomi assenti sino a ora, come Josh Strauss, Tim Swinson e l’esordiente James Malcolm in mischia, mentre per la trequarti sono stati inseriti l’ala Tim Wisser e il centro Matt Scott.

In casa Irlanda, invece, tre assenti e tre arrivi, di conseguenza. Out per quattro mesi Robbie Henshaw, nel weekend di Guinness Pro 14 si sono infortunati anche Luke McGrath e Rob Herring. Al loro posto chiamati John Cooney e Niall Scannell, ma il nome più importante è sicuramente quello di Garry Ringrose, al rientro dopo l’infortunio.

Foto – Instagram/ringrose

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

3 commenti su “6 Nazioni: Scozia e Irlanda, ritorni di peso

  1. Ringrose rientra nel gruppo ma non ha fatto alcun minuto nel weekend, possibile che si alleni per rientrare poi per venerdi’ per la partita coi Kings per fare il rodaggio.

    Cooney strameritava di venir chiamato, peccato per McGrath che pero’ dovrebbe essere pronto per la Champions Cup.

    Bene anche il ritorno di Scannell…per me l’erede nel breve termine di best nella Nazionale anche se Treacy non gli e’ molto lontano.

    Anche il Galles comunque avra’ 3 rientri di peso: Faletau, Biggar ed Halfpenny son tutti disponibili per sabato.

    Scozia: con Nel, Fagerson, Strauss, visser e Scott si inziia a vedere la Scozia che puo’ veramente giocarsela.

  2. Già detto da Stefo, occhio che chi ha forse i rientri più di peso è il Galles. La terza linea non ha fatto rimpiangere i titolari, ma Faletau è tanta roba, e Biggar da più opzioni a Gatland (oltre a togliere pressioni a un Patchell che comunque fino a qui ha tutt’altro che demeritato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *