Eccellenza: Calvisano ko a Padova, San Donà ok

Si è disputata la tredicesima giornata del massimo campionato italiano di rugby.

Cade Calvisano a Padova contro un Petrarca che riesce a spuntarla con un solo, ma importantissimo, punto di vantaggio. Si accorcia così la classifica nei primi tre posti, con Rovigo che espugna di misura il campo del Viadana. Lombardi che, così, vengono superati al quarto posto da un San Donà che spazza via la Lazio, mentre cade clamorosamente in casa la squadra delle Fiamme Oro, fermata da Reggio. Vince, infine, Firenze contro Mogliano.

ECCELLENZA – TREDICESIMA GIORNATA

San Donà – Lazio 51-0
Petrarca – Calvisano 18-17
Viadana – Rovigo 15-18
I Medicei – Mogliano 35-22
Fiamme Oro – Reggio 33-42

ECCELLENZA – CLASSIFICA

Calvisano 54; Rovigo 51; Petrarca 50; San Donà 38; Viadana 36; Fiamme Oro 35; Medicei 24; Reggio 17; Lazio 10; Mogliano 5

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

4 commenti su “Eccellenza: Calvisano ko a Padova, San Donà ok

  1. contentissimo per il mio petrarca, bravi rovigo, san donà e viadana a fare il loro, anche calvisano che è mancato nell’ultimo metro portando a casa il bonus, brutto inciampo per le ffoo in prospettiva campionato.
    campionato agonisticamente bello e più livellato di quanto mostri la classifica

  2. Partita vera e importante quella di Padova, nella quale le squadre dimostrano di avere un collettivo che funziona. Calvisano deve trovare come far fronte alle assenze di Novillo e Paz. L’ anno scorso ci pensava Minozzi a giocare da 10. In settimana è arrivato il nuovo 3/4. Campionato molto aperto. FFOO verso l’ennesima esclusione dai P.O.

  3. contento pure io per il nostro petrarca, ma preoccupato perchè era una partita che si doveva chiudere sfruttando le due superiorità. l’impressione è che sia una buoan vittora, ma che non sia ancora abbastanza per puntare più in alto. loro sono entrati nei nostri 22 3-4 volte, e hanno fatto due mete, mentre noi abbiamo lavorato tanto ma non abbiamo concretizzato, rischiando di rimanere beffati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *