Gwilym Pugh, dall’infortunio nel rugby alla carriera da modello

Il 33enne modello britannico pochi anni fa era timido e sovrappeso. Colpa di un infortunio quando giocava a rugby.

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”1″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_slideshow” gallery_width=”800″ gallery_height=”533″ cycle_effect=”fade” cycle_interval=”5″ returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

Oggi è uno dei modelli più ricercati, ma pochi anni fa era un ragazzo timido e sovrappeso. E con un passato da rugbista, carriera conclusa per un infortunio. Un infortunio a livello giovanile che rischia di rovinargli la vita, ma poi la voglia di cambiare e una carriera che non ci si aspetta.

Gwilym Pugh è un 33enne modello nato nella città di Rugby, quella che ha dato anche i natali alla palla ovale. Gallese d’origine, Gwilym si divide tra pallacanestro e rugby a livello giovanile, ma un infortunio al ginocchio lo allontana dallo sport.

Così, Gwilym dopo la scuola inizia la carriera di agente assicurativo. Lavora spesso da casa, sul divano, e mangia molto, mettendo su chilo dopo chilo. Timido, impacciato, oggettivamente bruttino, si rende conto che la sua vita deve cambiare. Merito anche del suo barbiere che gli consiglia di farsi crescere la barba “ti dà più fascino”.

Il ragazzo di Rugby, siamo nel 2006, si mette d’impegno e mentre la barba cresce cala il peso. Da 127 kg a 85 in cinque anni. Ormai per tornare a giocare a rugby, però, è troppo tardi e il ginocchio ancora dà problemi. E, dunque? Presa fiducia in se stesso il ragazzo si iscrive a Instagram e qui viene notato dallo stilista gallese Nathan Palmer. Diventando, in poco tempo, uno dei modelli più richiesti al mondo.

Foto – Instagram/gwilymcpugh

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

4 commenti su “Gwilym Pugh, dall’infortunio nel rugby alla carriera da modello

  1. Fanculo.
    Anch’io ho avuto problemi al ginocchio e mi sono pure (inutilmente) operato ma nessuno mi ha mai proposto di fare il modello. Perché ?
    Fanculo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *