Pro 14: Treviso, il XV per gli Scarlets

Kieran Crowley ha annunciato la formazione che domenica sfiderà i campioni in carica.

Domenica 11 febbraio alle ore 14.05 il Benetton Rugby, dopo oltre un mese di assenza dallo Stadio Monigo, tornerà a giocare in Guinness PRO14 e lo farà contro gli Scarlets Rugby per il quattordicesimo turno della competizione.

Biancoverdi che dovranno fare a meno dei 14 atleti convocati dalla Nazionale Italiana, 13 dei quali scenderanno in campo nella seconda gara del NatWest Sei Nazioni 2018 contro l’Irlanda. Agli azzurri selezionati dal CT O’Shea si aggiungono anche le indisponibilità per infortunio di Robert Barbieri, Ignacio Brex, Angelo Esposito, Ornel Gega, Engjel Makelara, Nasi Manu, Michael Tagicakibau e Federico Zani.

Viste le numerose assenze, in settimana la rosa a disposizione dello staff tecnico biancoverde ha comunque avuto modo di lavorare con diversi permit players, provenienti dalle società venete, i quali hanno tutti dato il loro prezioso contributo. Tra questi, per l’incontro di domani, sono stati selezionati: Giacomo Nicotera e Marco Zanon provenienti dal Mogliano Rugby, Simone Rossi ala del Petrarca Rugby, Gianmarco Piva mediano di mischia del Rugby Paese con un trascorso da capitano dell’under 18 del Benetton Rugby ed al momento facente parte dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato”.

Anche nelle fila degli Scarlets si contrano alcune assenze, sono infatti 12 gli atleti presenti all’interno della lista dei 23 annunciata dal Galles per la gara contro l’Inghilterra. La formazione scelta da coach Crowley vedrà ad estremo Luca Sperandio, coadiuvato dalle ali Andrea Bronzini e Monty Ioane. La coppia dei centri sarà composta da Tommaso Iannone e Luca Morisi. Mediana occupata da Tito Tebaldi e Marty Banks. Il pacchetto di mischia vedrà la prima linea composta dai piloni Alberto De Marchi e Matteo Matteo Zanusso, al suo esordio stagionale, con Tomas Baravalle a tallonare. In seconda linea giocherà Marco Lazzaroni affiancato da Irné Herbst. In terza linea ci saranno capitan Alberto Sgarbi, Marco Barbini e Whetu Douglas. Da segnalare, tra gli atleti a disposizione, la presenza di Marco Riccioni che raggiungerà la squadra direttamente domani dopo il kickoff di Irlanda vs Italia.

BENETTON TREVISO

15 Luca Sperandio, 14 Andrea Bronzini, 13 Tommaso Iannone, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Marty Banks, 9 Tito Tebaldi, 8 Whetu Douglas, 7 Marco Barbini, 6 Alberto Sgarbi, 5 Irné Hebst, 4 Marco Lazzaroni, 3 Matteo Zanusso, 2 Tomas Baravalle, 1 Alberto De Marchi
In panchina:
16 Hame Faiva, 17 Cherif Traore, 18 Marco Riccioni, 19 Marco Fuser, 20 Francesco Minto, 21 Giorgio Bronzini, 22 Marco Zanon, 23 Simone Rossi

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

2 commenti su “Pro 14: Treviso, il XV per gli Scarlets

  1. Io a Sgarbi in terza linea, con Minto in panca e nemmeno uno straccio di permit non ci vorrò credere fino al calcio di inizio.
    Almeno c’è il ritorno di Zanusso, e quei due permit in panca che per me dovrebbero stare in squadra più di una settimana all’anno…

  2. La formazione degli Scarlets per domenica:
    15 Johnny Mcnicholl, 14 Tom Prydie, 13 Paul Asquith, 12 Steff Hughes ©, 11 Ioan Nicholas, 10 Dan Jones, 9 Jonathan Evans, 1 Dylan Evans, 2 Ryan Elias, 3 Werner Kruger, 4 Lewis Rawlins, 5 David Bulbring, 6 Tadhg Beirne, 7 James Davies, 8 Will Boyde
    Replacements; Taylor Davies, Rhys Fawcett, Simon Gardiner, Steve Cummins, Josh Macleod, Declan Smith, Corey Baldwin, Tom Williams
    Tutto sommato una buona squadra considerando gli assenti, certo è che il ritorno di Davies ed Elias è fondamentale se si vuole andare alla ricerca della vittoria.
    Tanta gioventù in panchina, curioso di vedere Baldwin giocare insieme ai grandi, nel caso di partita tirata sino alla fine, ho paura di soffrire il confronto in mischia..
    Certo è che non è cosa di tutti i giorni poter vedere due partite degli Scarlets in un unico fine settimana, speriamo di non dover assistere a due sconfitte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *