6 Nazioni Under 20: l’Italia vede rosso con Bianchi e passano i verdi d’Irlanda

Si è concluso a Donnybrook il match valido per il secondo turno del 6 Nazioni juniores.

Partita che inizia subito in salita per gli azzurrini che dopo una meta a testa nei primissimi minuti, al 10′ perde per tutta la partita Jacopo Bianchi, espulso per un placcaggio pericoloso e Italia in 14 per 70 minuti. Così prima della fine del primo quarto sono già tre le mete subite dalla squadra di Moretti, con l’Irlanda che scappa via. E al 25′ arriva la meta del bonus che chiude definitivamente il match. Un’altra meta a testa e il primo tempo si chiude sul 31-15.

Azzurrini che, però, nonostante l’inferiorità e il punteggio non alzano bandiera bianca e nella prima metà della ripresa vanno ancora in meta, subendo una sola realizzazione irish. Un’altra meta azzurra porta l’Italia a -11 e gli azzurrini, eroici, lottano fino allo scadere e segnano allo scadere la meta del doppio bonus. Tanta rabbia per l’occasione persa, ma Italia bella e coraggiosa a Donnybrook.

Serata di rimpianti al Donnybrook di Dublino per la Nazionale Italiana U20 di Fabio Roselli e Andrea Moretti, fermata dai padroni di casa dell’Irlanda sul 38-34 nella seconda giornata del 6 Nazioni di categoria dopo una partita giocata pressoché interamente con un uomo in meno.

Partiti fortissimo grazie a una meta di intercetto di Coppo sulla prima azione del match e parsi da subito in grado di poter cercare la vittoria contro i pari età in maglia verde, Lamaro e compagni hanno visto le proprie ambizioni venir meno dopo soli nove minuti di gioco quando, sul risultato di 5-5, l’arbitro gallese Evans ha mostrato il cartellino rosso al flanker delle Fiamme Oro Jacopo Bianchi, autore di uno spear tackle ai danni di un avversario.

Con oltre settanta minuti di inferiorità numerica ad attenderli, gli Azzurrini hanno cercato di tenere il campo, mostrando a tratti un ottimo rugby che non ha fatto altro che aumentare il rammarico per l’occasione perduta: con la superiorità numerica ad aprire ampi spazi nella retroguardia italiana, l’Irlanda ha rapidamente preso il controllo delle operazioni, con tre mete che, tra il 14’ ed l 24’, hanno scavato il divario tra le due squadre.

Con il punto bonus acquisito dopo appena ventiquattro minuti di gioco, l’Irlanda ha cercato di amministrare la partita, ma gli Azzurrini hanno mostrato sino al fischio finale voglia di giocare e di non consentire ai padroni di casa di prendere il largo nel punteggio, finendo anzi con il conquistare due punt di bonus che altro non hanno fatto, alla fine, che aumentare il rammarico per una partita che, in parità numerica, sarebbe stata ampiamente alla portata della squadra di Roselli e Moretti, perfetta nelle fasi statiche ed in conquista.

Gli Azzurrini, che domani saranno all’Aviva per assistere alla gara della Nazionale Maggiore, torneranno in campo nella terza giornata del Torneo affrontando la Francia a Gueugnon venerdì 23 febbraio.

Il tabellino del match:

Dublino, Donnybrook Park – venerdì 9 febbraio 2018
6 Nazioni U20, II giornata
Irlanda v Italia 38-34
Marcatori: p.t. 1’ m. Coppo (0-5); 4’ m. McCarthy (5-5); 14’ m. O’Sullivan H. tr. Byrne (12-5); 17’ m. Daly tr. Byrne (19-5); 22’ cp. Rizzi (19-8); 24’ m. O’Sullivan H. tr. Byrne (26-8); 35’ m. Sullivan (31-8); 40’ m. Cannone tr. Rizzi (31-15); s.t. 3’ m. Aungier tr. Byrne (38-15); 12’ m. Mazza (38-20); 22’ m. Rizzi tr. Rizzi (38-27); 39’ m. Iachizzi tr . Rizzi (38-34)
Irlanda: Silvester (33’ st. Kernohan); Sullivan, O’Brien (cap), Curtis, McCarthy; Byrne (17’ st. Dean), O’Sullivan H. (33’ st. Patterson); O’Sullivan J. (1’ st. Foley), Agnew, Masterson; Dunne (35’ st. Ryan) , Daly; Aungier (14’ st. O’Toole), Kelleher (14’ st. Clarke), Duggan (33’ st. French)
all. McNamara
Italia: Rossi (31’ st. Di Marco); Cornelli (17’ st Fusco), Biondelli, Mazza, Coppo; Rizzi, Casilio (39’ st. Bacchi); Manni (35’ st. Ghigo), Lamaro (cap), Bianchi; Canali, Cannone (12’ st. Iachizzi); Mancini-Parri (10’ st. Romano), Luccardi (10’ st. Taddia), Fischetti (12’ st. Mariottini)
all. Roselli/Moretti
Cartellini: 9’ pt. rosso Bianchi (Italia)
arb. Jones (Galles)

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

3 commenti su “6 Nazioni Under 20: l’Italia vede rosso con Bianchi e passano i verdi d’Irlanda

  1. La U20 azzurra ieri mi e’ piciuta parecchio, per me e’ meglio di quella dell’anno scorso. Rizzi devo dire che non e’ niente male, deve migliorare alcune letture ma ha buona tecnica e skill ed anche il mm titolare non e’ niente male. Pack come sempre molto potente.
    Noi abbiamo confermato cose buone e cose meno buone come contro la Francia. Passino gli errori di Byrne piccolo meno bene che nella prima, ci siamo completamente spenti dopo la meta ad inizio secondo tempo di Aungier, partita che era virtualmente chiusa ed abbiamo secondo me staccato la spina totalmente cercando di portarla a casa viaggiando in seconda. Non voglio togliere nessun merito agli azzurri che hanno da li’ iniziato una partita diversa, di carattere ed orgoglio ma con un abella dosa di tecnica individuale da parte di alcuni ragazzi, pero’ e’ inaccettabile che noi ci si sia spenti come si e’ fatto. McNAmara e staff dovranno dare una bella strigliata ai ragazzi su questo perche’ gia’ in Francia abbiamo regalato 40 minuti ad una formazione sicuramente piu’ forte e poi provati a rientrare non ce l’abbiamo fatto, ma ieri con una squadra in 14  e sopra di piu’ di 20 non si doveva rischiare cosi’, ho visto troppa rilassatezza nel secondo tempo in alcuni ragazzi irlandesi e direi anche un po’ di spocchia.

    Tornando agli azzurri gran carattere, intensita’ e orgoglio, conditi pero’ con una serie di ragazzi megli attrezzati che in passato. Sul rosso, Bianchi un po’ sfigato, si fa un placcaggio non a regola d’arte ma non c’e’ nessuna intenziona di fare uno spear, la dinamica dell’impatto porta al 360…lo vede anche l’arbitro che pero’ deve applicare il regolamento e lo dice anche al giocatore “I have no choice”. 

Rispondi